Forlì. All’ex oratorio di San Sebastiano la video installazione ‘Volti invisibili’ di Francesco Francaviglia.

Forlì. All’ex oratorio di San Sebastiano la video installazione ‘Volti invisibili’ di Francesco Francaviglia.
VOLTI INVISIBILI

FORLI’. Inaugurazione domenica 20 Settembre 2015 ore 17,30 presso Sala Refettorio dei Musei San Domenico a Forlì.

Apertura al pubblico: 20 Settembre – 18 Ottobre 2015 Ex oratorio di San Sebastiano | Piazza Guido da Montefeltro | Forlì (FC) orari di apertura: merc. giov. ven. dalle 16,00 alle 19,00 sab. dom. dalle 10,00 alle 19,00 Ingresso gratuito

‘Volti Invisibili’ è il titolo dell’installazione che l’ex oratorio di San Sebastiano a Forlì ospiterà dal giorno 20 settembre al 18 ottobre 2015.

‘…Non puoi evitare il loro sguardo e non puoi eludere il potere di trasposizione introspettiva che ha la fotografia quando diventa ritratto. Francaviglia conosce ed usa alla perfezione questo complesso meccanismo e da eccellente ritrattista non consente alibi agli spettatori…”Con queste parole Franca Imbergamo introduce l’opera ‘Volti Invisibili’.

VOLTI INVISIBILI

Autore del progetto è Francesco Francaviglia, fotografo ritrattista noto a livello nazionale ed internazionale che con il suo lavoro ‘Le Donne del Digiuno’ è stato ospite lo scorso autunno presso la Galleria degli Uffizi, prima volta nella sua lunga storia in cui il prestigioso museo apre le porte ad una personale di fotografia. Attualmente i suoi ritratti sono in mostra a Roma con il lavoro ‘Mediterranean Darkness – ritratti dalle stragi’ in esclusiva per il MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma.E ancora scrive il Sostituto Procuratore Nazionale: ‘… Portatrici di storie diverse, talune terribili, che sei costretto ad intuire e perciò a vedere, finalmente. Sono storie di lotte, di vittorie e di sconfitte e attraversano tutti i drammi del nostro tempo. Storie di donne migranti in fuga dalle guerre e dalle carestie che si confondono e si intrecciano con quelle delle donne vittime della tratta, rese schiave con l’inganno e la violenza. Storie particolari, individuali e collettive e tuttavia simili tra loro per il rischio di morte e le violenze subite…’

Il progetto ‘Volti Invisibili’, ideato e curato da Francesco Francaviglia, promosso dalla Rete Women in collaborazione con il Comune di Forlì e la Regione Emilia-Romagna, rappresenta, attraverso una istallazione video e audio, una riflessione in fieri sulle donne migranti, richiedenti asilo, rifugiate e sulle tematiche che animano in maniera pressante le cronache dei nostri giorni. L’installazione, con un audio project a cura di Carlo Gargano e dell’attrice Giuditta Perriera, propone ritratti di donne migranti accomunate dal dolore e dalla capacità di esprimere una grande forza, per reagire e vivere. Donne che portano spesso su di sé il peso di una doppia vulnerabilità, ma anche una grande forza. Ai traumi che accomunano tutte le persone in fuga da guerre, dittature, povertà, si aggiungono infatti, i segni di abusi e violenze di genere, che colpiscono le donne proprio in quanto donne. Questo avviene nei paesi di origine, dove gli stupri vengono utilizzati come una vera e propria arma da guerra, così come durante il viaggio, quando i corpi delle donne sono soggetti ad ogni genere di abusi e vessazioni, fino all’arrivo, quando le richiedenti asilo rischiano di essere considerate meri ‘oggetti’ di assistenza, spogliate della propria soggettività. Nonostante tutto, queste donne sono sopravvissute al deserto e al mare, ai soprusi dei trafficanti e delle varie polizie di frontiera, hanno portato avanti gravidanze e partorito figli e figlie in condizioni indicibili.

La mostra è stata realizzata con il supporto di CAD Società Cooperativa Sociale O.N.L.U.S.; Formula Servizi, Società Coperativa; Comitato di Promozione dell’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Forlì-Cesena. Si ringraziano inoltre le strutture: CO&SO Firenze Gruppo Cooperativo; Associazione Progetto Arcobaleno; Il Cenacolo; Associazione di Volontariato Solidarietà CARITAS Onlus Firenze; Trama di Terre Associazione di Promozione Sociale e Centro Interculturale delle Donne.

L’evento inaugurale è previsto per il giorno domenica 20 settembre, alle ore 17.30, nella Sala Refettorio dei Musei San Domenico a Forlì.

Interverranno:

Maria Maltoni, Presidente Associazione Women; Davide Drei, Sindaco di Forlì; Franca Imbergamo, Sostituto Procuratore Nazionale; Valentina Ravaioli, Consigliera Regione Emilia-Romagna; Tiziana Dal Pra, Presidente Associazione Trama di Terre; Redina Caami, testimonianza di una delle donne ritratte; Monica Padurean, Consiglio cittadini stranieri Comune di Forlì; Francesco Francaviglia, autore dell’opera.

Ti potrebbe interessare anche...