Cesena. In vetrina all’Expo con l’artigianato alimentare dell’Emilia Romagna, tre imprese aderenti a CNA Forlì-Cesena.

Cesena. In vetrina all’Expo con l’artigianato alimentare dell’Emilia Romagna, tre imprese aderenti a CNA Forlì-Cesena.
pagnotta_sarsina

CESENA. L’Expo di Milano si leccherà i baffi giovedì 1 e venerdì 2 ottobre, in quei due giorni infatti all’interno del Padiglione Italia, arriva il meglio dell’artigianato alimentare emiliano romagnolo, con il progetto ‘Food Stories: le eccellenze alimentari artigiane all’Expo’, di cui  sono protagonisti laboratori artigianali, forni, aziende dolciarie, norcini, caseifici, pasta fresca e panifici. Nelle giornate dell’1 e del 2 ottobre saranno organizzate varie iniziative per dare visibilità alle imprese, ai loro prodotti e lavorazioni: tavole rotonde, workshop. Attraverso la proiezione di video e con interviste agli imprenditori verranno raccontati i case history dei percorsi eccellenti della produzione artigiana alimentare tipica. Tra questi spiccano tre aziende della nostra provincia, fortemente impegnate anche all’interno della CNA Forlì-Cesena.

LA CORTE DI RAFFAELLO : laboratorio artigianale di Sarsina, che produce dolci lievitati come la Pagnotta Pasquale, tradizione della festività religiosa, e biscotti come Scroccadenti, Cioccole, Amandole, Gocce. Affascinante la ricchezza dei riferimenti rituali nella preparazione dei dolci rigorosamente ricostruita e tramandata.

CASEIFICIO PASCOLI : situato a Savignano sul Rubicone, è presente da oltre 50 anni nel territorio, dove iniziò a produrre mozzarelle per i locali della riviera. Con il subentro degli eredi, avvia la produzione di  formaggi della tradizione romagnola: il rinomato Squacquerone di Romagna, dalla consistenza morbida e dal sapore dolce, ed il Formaggio di Fossa, che affonda le sue radici in epoca medioevale, pregiato e inimitabile nel suo genere, entrambe DOP.

CASEIFICIO MAMBELLI : situato a Bertinoro la storia inizia con il passaggio di testimone da parte di nonna Elsa, che dalla vendita dei suoi formaggi al mercato negli anni sessanta amplia l’azienda. Oggi le nipoti Raffaella e  Federica, producono ancora i formaggi con le ricette originali della nonna: Ricotta di latte intero di mucca, ottenuta con acque termali delle Fonti di Fratta, morbida e digeribile, Squacquerone di Romagna certificato DOP, dal sapore naturale e caratteristico, inoltre le nuove linee di formaggi presentate di recente, quella senza lattosio e quella realizzata con caglio vegetale.

Ma il progetto non si conclude dopo la due giorni milanese: è stata infatti realizzato un sito: www.foodstories.eu ed un’app scaricabile gratuitamente da pc, tablet e smartphone in cui verranno inserite oltre alle 26 imprese dell’Expo, anche altre 42  artigiani dell’ alimentare emiliano romagnolo, una guida per chi vuole esplorare la regione seguendo una mappa del gusto e dei sapori. L’app sarà promossa nei confronti dei visitatori dell’Expo, degli operatori internazionali specializzati, così da garantire la massima visibilità ai prodotti e valorizzare la cultura alimentare della regione, il suo territorio e le imprese eccellenti della produzione alimentare artigiana. L’app ‘Food Stories – Artigiani del gusto in Emilia Romagna’, è già scaricabile sui dispositivi Android, presto anche su quelli Ios. Al suo interno è possibile trovare anche due altre imprese della provincia di Forlì-Cesena : si tratta di ‘Modigliantica’ di Modigliana, che produce dolci e biscotti della tradizione romagnola e di “Pida e pidaza” di Gatteo Mare, produzione di piadina romagnola, crescioni ecc.

 

Ti potrebbe interessare anche...