Conselice. Una festa per il nono anniversario del monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa.

Conselice. Una festa per il nono anniversario del monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa.
monumento libertà di stampa conselice

CONSELICE. Anteprima il 30 settembre. Il primo ottobre le celebrazioni ufficiali. Chiude uno spettacolo teatrale il 9 ottobre.

Conselice festeggia il nono anniversario del Monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa, con la tradizionale cerimonia del 1 ottobre che vedrà giovedì alle 10 in piazza della Libertà di stampa la bandiera dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani sul pennone più alto del monumento.

Il programma prevede un’anteprima, mercoledì 30 settembre alle 18 all’auditorium comunale, con la presentazione del libro delle sezioni ANPI di Conselice e Lavezzola ‘I percorsi della memoria’. Il volume, edito da PubliStampa di San Patrizio, curato da Rizieri Fuzzi e Olindo Davalle, con la prefazione di Marta Tagliani, ricostruisce il percorso dei cippi e delle lapidi che Conselice ha dedicato agli oltre cinquanta caduti nella guerra di liberazione.

Si riprende giovedì 1 ottobre alle 10 nella piazza dedicata al monumento con cori e canti degli studenti dell’Istituto scolastico comprensivo di Conselice diretti da Primo Grandi, il saluto del sindaco Paola Pula, l’intervento di Raffaele Lorusso, segretario generale della Federazione Nazionale della Stampa. Conclude la manifestazione Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e vice presidente dell’ANCI.

Nel teatro comunale alle 18.30 sarà inaugurata la mostra ‘Al Tabàchi’  sui gruppi di difesa della donna nella resistenza ravennate. Attraverso un allestimento attento e curato, la mostra racconta l’impegno delle donne, dalla nascita dei gruppi di difesa della donna, passando per la lotta partigiana e oltre, attraverso quella che fu un’esperienza corale di donne di ogni età, condizione sociale, fede politica e religiosa. Accanto al sindaco Paola Pula, interverranno Lia Randi dell’UDI di Ravenna e la ricercatrice Laura Orlandini.

Il calendario delle iniziative si conclude al teatro comunale venerdì 9 ottobre alle 21 con lo spettacolo «Nastri rossi da s/legare», nato dal progetto di ripercorrere la storia locale attraverso sei figure femminili che hanno avuto un ruolo determinante nello sviluppo della comunità conselicese. È un omaggio a Gabriella dalle Vacche (generosa benefattrice vissuta nel Cinquecento), Albina Belletti e Annunciata Felicetti (coraggiose mondine uccise durante i fatti del 1890), Ines Bedeschi (valorosa partigiana assassinata nel 1945), Giovanna Righini Ricci (celebre scrittrice di letteratura per ragazzi) e Maria Fontana (illuminata amministratrice e fondatrice dei servizi sociali conselicesi).

Le iniziative sono organizzate dal Comune di Conselice in collaborazione con Anci, Ministero dei Beni e delle Attività culturali, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna, istituto scolastico comprensivo di Conselice Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna e ASER.

Ti potrebbe interessare anche...