Cesena. Per l’iniziativa ‘Stop false cooperative’ raccolte in tutta la Romagna quasi 5.000 firme.

Cesena. Per l’iniziativa ‘Stop false cooperative’ raccolte in tutta la Romagna quasi 5.000 firme.
stop false cooperative

CESENA. Superati abbondantemente gli obiettivi di raccolta in Romagna per la campagna ‘Stop False Cooperative’. Il conteggio viaggia ormai spedito verso le cinquemila firme.

‘Un traguardo reso possibile dall’impegno della struttura – dice Valdes Onofri, che sin dall’inizio ha seguito il lavoro di preparazione e distribuzione dei moduli insieme a Gilberto Grazia e Elena Zannoni – ma soprattutto dalla collaborazione che abbiamo riscontrato nelle cooperative, nelle amministrazioni pubbliche e tra i semplici cittadini’.

Tante le cooperative e le personalità cesenati che hanno aderito. Ma la mobilitazione non è avvenuta solo all’interno del movimento cooperativo: in tutta la Romagna è stato possibile apporre il proprio nome alla proposta non più solo nelle assemblee e nei banchetti predisposti dall’Alleanza delle Cooperative, ma anche rivolgendosi al proprio Comune di residenza.

Le associazioni che compongono l’Alleanza delle Cooperative a Forlì, Rimini e Ravenna avevano infatti chiesto a tutti i Sindaci dell’area vasta di depositare il modulo per la raccolta presso il proprio Comune, in modo da consentire ai cittadini elettori residenti di esercitare il proprio diritto.

La proposta di legge prevede la perdita della qualifica di cooperativa per le imprese che non siano state sottoposte alle revisioni e ispezioni; la definizione di un programma di revisioni per i settori più a rischio; la tempestiva comunicazione dello scioglimento delle cooperative all’Agenzia delle Entrate; la creazione di una cabina di regia al Ministero dello Sviluppo Economico che coordini i soggetti chiamati a vigilare.

Ti potrebbe interessare anche...