Ravenna. Il tema dantesco dell’esilio nella poesia italiana del Novecento al centro dell’appuntamento delle Letture Classensi.

Ravenna. Il tema dantesco dell’esilio nella poesia italiana del Novecento al centro dell’appuntamento delle Letture Classensi.
Letture classensi foto storica

RAVENNA. Sabato 3 ottobre alle ore 17.30 presso la Sala Muratori continua il ciclo delle Letture Classensi 2015 con la conferenza del Prof. Stefano Prandi dell’Università di Berna, dal titolo Il tema dantesco dell’esilio nella poesia italiana del Novecento nell’ambito del ciclo dedicato a L’esilio di Dante nella letteratura moderna e contemporanea.

La conferenza tratterà dei rapporti tra Dante e la poesia del Novecento, dove non sembra esservi, di primo acchito, uno spazio troppo rilevante per un tema come l’esilio, certamente fondamentale per la letteratura del XIX secolo che, proprio per suo tramite, aveva costituito il mito biografico dell’Alighieri come pater patriae ed eroe dell’assoluta indipendenza intellettuale. Eppure vi sono alcune declinazioni del motivo dantesco dell’esilio che rivelano sorprendenti affinità con la sensibilità poetica novecentesca, e che sono state variamente messe in luce dalle riflessioni teoriche di autori come Bigongiari, Luzi o Zanzotto. La lettura darà un rilievo particolare ad autori come Montale, Luzi e Pasolini, in cui risulta significativo il tema dell’esilio in quanto schema strutturale e concettuale di fondo, all’interno di un contesto la cui pertinenza dantesca si rivela subito riconoscibile.

Il calendario dei prossimi incontri:

17 ottobre

Dante, Derek Walcott e l’esilio

Maria Cristina Fumagalli, Università dell’Essex

31 ottobre

L’esilio di Dante nella letteratura inglese e americana tra Otto e Novecento 

Igor Candido, Libera Università di Berlino

7 novembre

L’esilio di Dante nella cultura afroamericana  

Dennis Looney, Università di Pittsburg

 

Ti potrebbe interessare anche...