Cervia. In città i futuri professionisti del settore alberghiero di tutto il mondo per il XXVIII Concorso AEHT.

Cervia. In città i futuri professionisti del settore alberghiero di tutto il mondo per il XXVIII Concorso AEHT.
alberghiero stuzzichini, antipasti

CERVIA.  I futuri chef e professionisti del settore alberghiero di tutto il mondo saranno protagonisti di primo piano in una competizione di alto livello in occasione del XXVIII Concorso AEHT (Association Européenne des Écoles d’Hôtellerie et de Tourisme – European Association of Hotel and Tourism schools), Organizzazione Internazionale che oggi rappresenta 45 nazioni e 409 scuole associate.

Questo evento d’importanza mondiale – presentato oggi a Bologna presso l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna – sarà ospitato, dal 5 al 10 ottobre 2015, dall’I.P.S.E.O.A. Istituto Professionale di Stato Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera ‘Tonino Guerra’ di Cervia (RA). Si tratta di una delle più significative e qualificate realtà formative italiane del settore, che vedrà catalizzata sulle proprie strutture, moderne e tecnologicamente avanzate, e quindi anche sull’Italia, l’attenzione del mondo enogastronomico e turistico europeo ed extraeuropeo.

Tutte le 11 gare previste dal concorso, suddivise in tre macro settori (cucina, sala-bar e accoglienza turistica), si svolgeranno presso l’Istituto di Cervia che si prepara ad accogliere 120 scuole alberghiere di 30 paesi per circa 700 ospiti tra studenti, docenti, dirigenti scolastici e giurati.

Il programma del concorso AEHT prevede 4 competizioni per il settore della cucina (classica, creativa, decathlon e pasticceria), 4 per la sala-bar (caffetteria, cocktail, servizio di sala e sommelleries) e 3 per l’accoglienza turistica (front office, tourist destination e management).

In tutte le gare i concorrenti saranno scelti con un’estrazione  formeranno un gruppo senza tenere conto della loro nazionalità, così da creare team disomogenei al fine di ottenere una maggiore interazione tra culture gastronomiche differenti dei vari paesi.

Per tutta la durata della manifestazione si prevede la presenza di 60 docenti e 40 addetti amministrativi-tecnici-ausiliari, mentre 40 docenti degli istituti alberghieri dell’Emilia Romagna saranno impegnati in due giornate intense che offriranno una grande opportunità economica, d’immagine e mediatica al territorio cervese nel periodo autunnale.

Il programma prevede anche tre convegni. Il primo si terrà martedì 6 ottobre (ore 18.00) e riguarderà il tema ‘Disabilità e inclusione: possibile realtà o semplice supposizione?’, realizzato in collaborazione con l’Università di Bologna.

Mercoledì 7 ottobre si parlerà invece di ‘Cambiamento nel lavoro quotidiano’ e vedrà la relazione di Herman Sieben (vicepresidente AEHT).

Il terzo momento convegnistico si realizzerà giovedì 8 ottobre (ore 18.00), con il titolo ‘C’è qualcosa di magico: Emilia Romagna, l’anima dei tesori enogastronomici italiani’.

L’evento punterà i riflettori su tutta la città di Cervia – con un diretto coinvolgimento del Comune – che vanta una posizione strategica favorevole, nonché una grande esperienza nell’ospitalità e nella ricezione turistica, tanto da rappresentare un valido esempio di efficace promozione delle produzioni enogastronomiche tipiche e tradizionali del suo territorio.

Oltre a Cervia, la manifestazione coinvolgerà anche la provincia di Ravenna, con le sue numerose località di risonanza internazionale, e gran parte dello stesso territorio emiliano-romagnolo, che rivestiranno un ruolo non secondario nell’evento.

Nel corso della settimana di competizione, i partecipanti non coinvolti nelle gare quotidiane (circa 500) avranno la possibilità di seguire 5 itinerari  turistico-gastronomici a tema (Faenza e Riolo Terme – Rimini, Riccione e Gradara – Ferrara – Bologna – Forlimpopoli), realizzati con la collaborazione degli Istituti Alberghieri presenti in regione, a partire da quelli di Riolo Terme e Forlimpopoli, Riccione, ma anche a Ferrara, e Castel San Pietro Terme.

L’evento può contare sul sostegno di importanti sponsor del mondo agroalimentare, e non solo, come Cirio, Yoga, Parmigiano Reggiano, Olitalia, Cantine Ferrari, Salina di Cervia, Coop Adriatica, Caviro, Molino Spadoni, Caffè Pascucci, Winni’s Naturel e Confezioni Amelia.

“Il Concorso AEHT 2015 – ha affermato Carla Maria Gatti, Dirigente scolastico dell’I.P.S.E.O.A. “Tonino Guerra” di Cervia – ci vede al centro dell’attenzione internazionale sia come Istituto Alberghiero che come paese organizzatore, in occasione di un evento che pone in stretta relazione metodi diversi di insegnamento e differenti culture in un arricchimento comune e reciproco di notevole importanza, anche per la valorizzazione del nostro territorio e delle nostre tipiche eccellenze enogastronomiche locali e regionali”.

“L’iniziativa di Cervia – ha aggiunto Stefano Versari, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna – si colloca pienamente nel percorso scolastico delle nostre scuole ed intensifica il rapporto tra scuola e lavoro, puntando soprattutto sul confronto tra gli alunni di diverse provenienze in un’interessante evoluzione tra insegnamento disciplinare e acquisizione delle abilità e competenze nel servizio che si realizza in un clima di forte collaborazione tra Istituti nazionali ed europei”.

 

Ti potrebbe interessare anche...