Valconca. Unione. Riccione e Montefiore contrari all’accordo per la costituzione di due ambiti territoriali.

Valconca. Unione. Riccione e Montefiore contrari all’accordo per la costituzione di due ambiti territoriali.
Valconca. Immagine di repertorio

VALCONCA. Si è tenuta ieri mattina la riunione di tutti i Sindaci dei 14 comuni della zona sud di Rimini convocata dal Presidente dell’Unione della Valconca Riziero Santi, con all’ordine del giorno il tema dello sdoppiamento dell’ambito territoriale locale Rimini sud, così come consente di fare la nuova Legge Regionale. Comuni tutti presenti all’incontro, tranne l’assenza giustificata di Misano Adriatico, che però si è già espresso in passato. La proposta avanzata è quella di costituire due entità territoriali: una composta dai 5 comuni che si affacciano sulla costa (Riccione, Misano A., Cattolica, San Giovanni in M. e Coriano) e l’altra composta dai 9 comuni della Valconca (Morciano di R., San Clemente, Montescudo, Monte Colombo, Montefiore C., Gemmano, Saludecio, Mondaino, Montegridolfo). ‘La trasversalità e l’ampiezza del voto dei Sindaci, contrari solo Riccione e Montefiore Conca,  dimostra come la questione non sia politica/partitica ma politica/amministrativa’, afferma il Presidente Santi. I Sindaci vogliono un ambito autonomo della Valconca e uno della costa perché l’ambito unico si è dimostrato inefficace sul piano organizzativo, funzionale, ed anche economico e finanziario visto che i finanziamenti regionali e nazionali sono sempre più indirizzati alle Unioni di Ambito, penalizzando i comuni che si presentano singolarmente ovvero le unioni che non comprendono tuti i comuni dell’Ambito.  I Sindaci aderenti si rivedranno la prossima settimana per definire l’atto che sarà portato in approvazione dei Consigli entro il 20 ottobre prossimo. La richiesta fa formalizzata in regione entro il 15 novembre e dal 1 gennaio 2016 sia la costa che la Valconca saranno ambiti autonomi.

 

Articoli più letti