Rimini. TTG Incontri. Attesa per il convegno di giovedì pomeriggio sulle strategie per conquistare il turista digitale.

Rimini. TTG Incontri. Attesa per il convegno di giovedì pomeriggio sulle strategie per conquistare il turista digitale.
Rimini fiera TTG Incontri turismo

RIMINI.  TTGNext è il Villaggio dell’Innovazione di TTG Incontri (da giovedì 8 a Rimini Fiera in contemporanea al 64° Sia Guest e al 33° Sun) che al padiglione C1 proporrà quanto di più innovativo il mondo del turismo oggi è in grado di offrire alla prospettiva di sviluppo delle imprese della filiera.

Un’area di oltre 1.200 metri quadrati dedicata al futuro del turismo, alle nuove idee di prodotto, di impresa, di comunicazione e alle tecnologie che rivoluzioneranno un settore strategico per l’Italia.

I temi del’innovazione e la strategia per conquistare il turista digitale saranno anche al centro dell’attesissimo del convegno di giovedì alle 14.30 all’Area Next al convegno TTG – Netcomm dal titolo Sistema Paese alla prova: la sfida per conquistare il nuovo turista digitale planetario. L’obiettivo è di sensibilizzare le istituzioni italiane e gli operatori del settore sul valore dell’innovazione come leva strategica per la crescita del comparto e comprendere perché oggi le imprese del turismo non crescano tenendo il passo con la domanda.

Panel di relatori di altissimo profilo: interverranno il Sottosegretario Francesca BarracciuPaolo Audino (direttore business unit Rimini Fiera Spa), Roberto Liscia (Presidente Netcomm – Consorzio del commercio elettronico italiano), Serena Barbero (Senior Industry Analyst Travel, Google Italia), Francesca Benati (Amministratore Delegato e Direttore Generale di Amadeus Italia) e Ruggero Frezza (Fondatore dell’Incubatore M31).

All’interno di TTG Next saranno presenti le più innovative startup italiane; in fiera le aziende del turismo si incontrano e si confrontano per valutare nuove opportunità di business. Con il coordinamento dell’Associazione Startup Turismo, nel Villaggio dell’Innovazione le giovani imprese avranno la possibilità di presentare prodotti e servizi agli operatori del settore e potranno confrontarsi e interagire con le aziende del turismo per valutare insieme nuove opportunità di business e creare nuove sinergie. Un’area che avrà la funzione di un vero e proprio aggregatore naturale per i momenti di networking e per gli eventi.

Varie, innovative e di successo le startup presenti in fiera. E’ il caso ad esempio di 1000 Italy, start up rivolta a tutti quei turisti che in Italia vogliono trovare esperienze autentiche e suggerite dagli italiani stessi che propongono un’Italia migliore, normalmente esclusa dal turismo tradizionale.

Oppure Bimbi e viaggi, che offre consulenza di family travel marketing e marketing territoriale family oriented, rivolgendosi a enti, destinazioni e operatori turistici che vogliono raggiungere il target family (dal neonato al teenager).

Alla caccia di una precisa nicchia è Destinazione Umana, portale che risponde ad una domanda precisa: non dove i viaggiatori vogliono andare, bensì chi desiderano conoscere negli ambiti inesplorati dei viaggi ispirazionali, proponendo ad alto valore umano e realtà turistiche italiane sconosciute ai più.

Curiosa e innovativa Italian Stories, che collega i viaggiatori provenienti da ogni angolo del mondo con gli artigiani, interpreti del vero fare manufatturiero italiano, ambasciatori della cultura del bello più famosa nel mondo. Un modo per visitare insieme all’artigiano gli spazi dove lavora, farsi raccontare dalla sua voce e vedere direttamente come vengono prodotte le creazioni a mano che fanno parte del patrimonio della manifattura italiana, è un’esperienza unica e imperdibile.

Weagoo invece permette all’utente web di aver un unico portale dove reperire informazioni categorizzate di punti di interesse turistici di oltre 1.500 città italiane e delle capitali europee.

SuperAbili volge l’attenzione verso turisti disabili (e i loro accompagnatori) allo scopo di facilitare e snellire l’attuale farraginoso processo di ricerca di strutture accessibili. L’idea principale è quella di creare un motore di ricerca che poggi su un ampio database contenente strutture sparse su tutto il territorio nazionale.

Oppure Yamgu, il local friend che fa scoprire in tempo reale cosa accade in città attraverso foto e commenti condivisi in rete da chi la vive ogni giorno. Yamgu è utile a programmare al meglio la visita di una città perché i percorsi tengono conto del tempo a disposizione per la visita, delle distanze, degli orari e delle condizioni meteo.

I profili e i protagonisti delle start up presenti a TTG NEXT sono disponibili al link www.ttgincontri.it/it/programma/ttgnext2015 oltre al programma di convegni che nelle giornate offrirà ai partecipanti una panoramica sul turismo del futuro.

 

Ti potrebbe interessare anche...