Santarcangelo. Al via la campagna di comunicazione ‘S + / Più valore alla città’. Nuove idee e progetti innovati per la città.

Santarcangelo. Al via la campagna di comunicazione ‘S + / Più valore alla città’. Nuove idee e progetti innovati per la città.
s+ più valore alla città Santarcangelo

SANTARCANGELO. L’iniziativa accompagnerà una serie di opere pubbliche e progetti innovativi per rendere Santarcangelo ancora più vivibile, accogliente e dinamica. 

Al via la campagna di comunicazione ‘S+ / Più valore alla città’, che farà da cornice a diversi interventi di riqualificazione che interesseranno Santarcangelo a partire dalle prossime settimane. Dalla viabilità sostenibile all’ambiente, dalla difesa del territorio alla riqualificazione degli assi fluviali, dalla sistemazione dei viali e delle piazze del centro storico all’illuminazione pubblica, fino a un vasto programma di manutenzione delle strade: una prima presentazione della campagna di comunicazione è presente all’interno del numero di ottobre di TuttoSantarcangelo, già in distribuzione a tutte le famiglie della città.

Fin dall’inizio del proprio mandato, l’Amministrazione comunale di Santarcangelo ha avviato i lavori per mettere a punto una programmazione strategica di lungo periodo, che riguarda gli strumenti urbanistici (Poc e Rue) e la pianificazione di ulteriori interventi che renderanno Santarcangelo ancora più vivibile e moderna, più accogliente e dinamica. Interventi che daranno, in sostanza, più valore alla città: per raccontare questo percorso che si dispiegherà nei prossimi mesi, quindi, è stato scelto lo slogan ‘Più valore alla città’, sintetico e distintivo, con tre parole che rappresentano un’azione, l’oggetto con cui si compie e il luogo in cui tutto questo accade. Per la Giunta comunale l’obiettivo, infatti, è quello di aggiungere ulteriormente valore alla città di Santarcangelo.

Il manifesto di S+ / Più valore alla città

Da molti anni stiamo attraversando una profonda crisi economica, la cui conseguenza ha portato a una sfiducia crescente verso il futuro, soprattutto da parte delle giovani generazioni. Ma è soprattutto in tempo di crisi ci viene offerta l’opportunità per pensare a un nuovo modello di sviluppo e a nuovi scenari di crescita. La crisi di un sistema indica che i fondamenti su cui è stato costruito sono da cambiare. Creare più lavoro e sviluppo è possibile attraverso un nuovo patto tra pubblico e privato, in grado di offrire opportunità al mercato realizzando nello stesso tempo obiettivi strategici per la collettività, sulla base di un sistema di valori condiviso.

Operando attraverso una pianificazione organica e la riduzione dei vincoli, l’ente pubblico può rendere convenienti gli investimenti privati e contemporaneamente orientare le scelte di chi vorrà investire in favore della crescita di qualità del proprio territorio. Di fronte ad un progetto che abbraccia un insieme di valori condivisi, chi governa deve essere capace di eliminare gli ostacoli burocratici affinché questo possa realizzarsi.

L’amministrazione chiede quindi ai privati di investire sulla qualità, di scommettere sulla bellezza e più in generale su un sistema di valori che si arricchisce nel tempo e in cui la storia di Santarcangelo si riconosce. I valori che rappresentano la nostra ‘città con l’anima’ sono quelli della bellezza, della cultura come motore di crescita, dello sviluppo sostenibile, del paesaggio, dell’identità, della tradizione, della coesione sociale, della libertà espressiva e creativa, che ci appartengono e sono da tutti condivisi.

Per mettere in pratica questa idea, il punto di partenza è costruire una regia unica, una pianificazione strategica, organica e trasversale, che superi l’abitudine di pensare solo a ciò che è contingente senza una visione d’insieme. È poi necessario sviluppare una maggiore capacità relazionale verso la società civile, instaurando nella prassi e nelle scelte di governo una concertazione trasparente e collettiva anziché una contrattazione a senso unico. Lo sviluppo locale sarà sempre più il risultato dell’azione sinergica di attori privati e pubblici, sociali, economici e culturali che devono condividere una strategia comune.
Le Amministrazioni elette in questi tempi devono accettare la sfida del cambiamento. Consolidare ciò che c’è di buono, di profondo e radicato, raccogliere i valori che nella storia hanno fatto crescere la città e portarli nel futuro, con il segno più.
Perché dal più riprenda la fiducia e la determinazione nel provare a cambiare le cose. Questo è ‘Più valore alla città’.

Ti potrebbe interessare anche...