Cesena. Un grande convegno degli Studi Romagnoli nel nome di Renato Serra e della Malatestiana.

Cesena. Un grande convegno degli Studi Romagnoli nel nome di Renato Serra e della Malatestiana.
Renato Serra

CESENA. Nel prossimo finesettimana, al Teatro Bonci, nel segno di Renato Serra e del suo Esame di coscienza di un letterato, prende avvio il 66° Convegno di Studi Romagnoli, che proseguirà alle 15 nell’Aula Magna della Malatestiana.

Questo appuntamento, sostenuto da Comune, Assessorato, Malatestiana e Fondazione CRC, fa tappa a Cesena per molteplici ragioni celebrative: il 550° della morte di Domenico Malatesta Novello (Brescia 1418 – Cesena 1465), il 130° della nascita di Gino Barbieri (Cesena 1885 – Monte Zomo 1917), il 100° della morte di Nazzareno Trovanelli (Forlimpopoli 1855 – Cesena 1915), il 100° della morte di Renato Serra (Cesena 1884 – Monte Podgora 1915), il 20° della morte di Augusto Campana (Santarcangelo di Romagna 1906-1995). Un felice ‘ingorgo’ di ricorrenze che incrociano quel magnifico tempio della cultura – cesenate e universale – che è la Biblioteca: voluta da Malatesta, diretta da Serra e Campana, venerata da Trovanelli e Angelini.

L’intenso programma  prevede ben 36 relazioni, che spaziano da Dante a Malatesta Novello, dall’Aula del Nuti ai codici, da Renato Serra a Nazzareno Trovanelli, da Gino Barbieri a Cesare Angelini e Augusto Campana, con importanti relatori del mondo accademico.

Ti potrebbe interessare anche...