Ravenna. Tour operator turchi e russi in città per la notte d’oro. Per Giovinbacco in arrivo una delegazione cinese.

Ravenna. Tour operator turchi e russi in città per la notte d’oro. Per Giovinbacco in arrivo una delegazione cinese.
Ravenna centro. Immagine di repertorio.

RAVENNA. Due gruppi di tour operator  provenienti rispettivamente da Russia e Turchia hanno soggiornato a Ravenna nei giorni scorsi in occasione dell’apertura del Festival Internazionale di Mosaico Contemporaneo Ravenna Mosaico e della Notte d’Oro, e per visitare le attrattive artistico monumentali ai fini di un possibile inserimento del nostro territorio tra le mete dei loro itinerari.

Si tratta di una iniziativa organizzata dal Comune nell’ambito del progetto di promozione turistica Ravenna & Cervia: Gold of the Adriatic avviato il mese scorso con la partecipazione a Expo 2015, con l’obiettivo di intercettare nuovi segmenti di mercato straniero.

‘Anche questa azione è stata possibile grazie alle risorse regionali ottenute dal bando legato a Expo e finalizzato a incentivare l’interesse di Paesi stranieri nel nostro territorio – afferma l’assessore al Turismo Massimo Cameliani -.  L’incontro con i tour operator avvenuto nella cornice della Notte d’oro e del festival del mosaico è stato proficuo e ha permesso di far conoscere agli ospiti stranieri la città nel suo complesso, senza tralasciare gli aspetti legati alla cucina romagnola. La nostra tradizione enogastronomica – annuncia Cameliani – sarà anche motivo della permanenza a Ravenna di una decina di  operatori del settore e giornalisti cinesi, in occasione di Giovinbacco, la manifestazione in programma dal 23 al 25 ottobre nel centro cittadino’.

Tornando allo scorso week end,  gli ospiti russi e turchi hanno visitato, molti per la prima volta, alcuni monumenti Unesco, i siti della Fondazione RavennAntica e diverse delle mostre di Ravenna Mosaico inaugurate sabato 10 ottobre. Hanno inoltre fatto tappa in un laboratorio di arte musiva, apprezzando le traduzioni contemporanee delle antiche tecniche e realizzando loro stessi una piccola cornice in ricordo dell’esperienza.

Fra una visita guidata e l’altra le degustazioni di piatti tipici locali, accompagnate dai robusti vini del territorio, sono state il valore aggiunto dell’esperienza. E per carpire  i segreti della cucina romagnola, gli ospiti stranieri hanno preso parte ad un breve corso di cucina cimentandosi nella preparazione della piadina e dei cappelletti, sotto la supervisione delle sfogline.

Con la visita alle strutture ricettive del centro storico e della prima periferia, che ha offerto un’ampia panoramica dell’ospitalità e accoglienza ravennate, si è conclusa la visita a Ravenna dei rappresentanti dei seguenti Tour operator: Present Tour, Tur Andiamo, Chocolate Tour e Active Tourism Istanbul per la Turchia; Tez Tour, AA Travel, Natalie Tours, Vand International Tour, Inna Tour e Slav Holiday per la Russia.

Ti potrebbe interessare anche...