Cesena. Nasce una nuova piattaforma informatica per pagare le contravvenzioni e visionare i verbali della Polizia Municipale.

Cesena. Nasce una nuova piattaforma informatica per pagare le contravvenzioni e visionare i verbali della Polizia Municipale.
Polizia Municipale Cesena

CESENA. Diventa più semplice e si arricchisce di nuove opzioni il servizio on line di pagamento delle contravvenzioni elevate dalla Polizia Municipale. Nei prossimi giorni entrerà in funzione una nuova modalità grazie alla quale gli utenti potranno anche visionare allegati, consultare i verbali contestati o elevati e i preavvisi di accertamento della sosta irregolare comodamente da casa, connettendosi al sito del Comune di Cesena.

‘Con questa iniziativa – sottolinea il sindaco Paolo Lucchi – si consolida ulteriormente l’offerta di servizi on line del Comune: una cinquantina quelli attualmente a disposizione (senza contare il nutritissimo pacchetto dello Sportello Unico per le Attività produttive), che coprono un ampio ventaglio di tipologie, dai certificati anagrafici alle iscrizioni scolastiche, dal pagamento delle rette alla prenotazione di appuntamenti. Il pagamento delle multe è stato fra i primi servizi introdotti, e proprio per questo si è pensato di rivederlo per migliorarne la funzionalità. Ma, in realtà,  la nuova piattaforma permette ai cittadini di reperire molte informazioni, evitando così di doversi recare agli sportelli della Pm o di telefonare. Credo si tratti di un ottimo risultato,  di questo desidero ringraziare il Comandante Giovanni Colloredo e il dirigente del Settore Sistemi Informatici Alessandro Francioni, che con il loro impegno congiunto hanno permesso di raggiungerlo’.

Usufruire del servizio è semplice. Basta collegarsi al sito e, una volta entrati nella pagina dedicata, effettuare la ricerca del verbale/preavviso. Per farlo basta digitare la targa, data, e numero del verbale (chiaramente visibile a fianco dell’intestazione “Corpo Intercomunale di Polizia Municipale, o riportato in prima pagina in caso di notifica postale). A quel punto si aprirà la pagina del  verbale/preavviso, completo di tutti i dati (numero completo, data, orario , luogo di verbalizzazione, articolo violato, indicazione di eventuali sanzioni accessorie o decurtazione punti dalla patente di guida, ecc.). La privacy è garantita anche dal fatto che solo l’intestatario del verbale ha a disposizione tutte le variabili.

In questo modo  il cittadino potrà avere un riassunto generale del verbale, compresi gli allegati, che potranno essere visibili (ed eventualmente scaricabili). E’ il caso delle foto scattate dal sistema Tutor, di quelle  prodotte dal sistema Icarus e dal sistema Scout. Dalla PM segnalano che già ora arrivano molte richieste di visione di queste fotografie: con questa funzione si potrà farlo facilmente e velocemente senza bisogno di interpellare gli uffici della Municipale. Saranno inoltre visibili anche i altri allegati, come ad esempio la copia del verbale notificato tramite servizio postale (l’intero verbale stampato viene scannerizzato prima di essere imbustato), della notifica e dell’eventuale pagamento postale.  Anche in questo caso s è voluto venire incontro alle esigenze dei cittadini snellendo le procedure. Alla Pm, infatti, arrivano numerose richieste di visionare le notifiche, che a volte l’interessato ritiene di non aver ricevuto.

Più in generale, il cittadino potrà  visionare il proprio verbale anche e solamente per vedere la posizione dell’iter amministrativo (es: posizione ‘Stampato’ oppure ‘notificato’, ‘pagato’, ecc): potrà fare un controllo nel tempo, ad es. di regolare avvenuto pagamento.

Va specificato che non saranno sempre presenti tutte le tipologie di allegato negli atti elevati, perché a diverso tipo di atto corrispondono allegati diversi: per esempio, un divieto di sosta avrà meno allegati di un verbale “tutor”. Gli allegati scaricabili non saranno modificabili dall’utente.

Una volta visionato il verbale/preavviso, la posizione dell’iter amministrativo e tutti gli allegati presenti, il cittadino, se vorrà, potrà pagare subito il verbale appena visionato.

A differenza del sistema attuale, che permette il pagamento on-line di qualsiasi numero venga digitato, accettando il pagamento anche di verbali inesistenti (e basta un errore nel digitare un numero per incappare in questo inconveniente) con il rischio di vedere il verbale corretto iscritto a ruolo, con questo nuovo pagamento on-line il cittadino sarà tutelato, perché sarà messo nelle condizioni di pagare solo il verbale che in quel momento sta visionando, e magari dopo aver controllato le foto e la notifica (se presente a sistema), senza pericolo di pagarne un altro, inesistente o di altra persona. Un’ulteriore tutela riguarda l’importo da pagare. Il sistema indicherà la cifra esatta da versare in quel momento: calcolerà e proporrà l’importo scontato del 30% nei primi 5 giorni dalla notifica, l’importo in misura ridotta oltre i 5 giorni e quello ulteriormente aumentato relativo al superamento dei 60 giorni dalla notifica.  Anche se il verbale è stampato, ma non è presente a sistema la data di notifica, il sistema proporrà le opzioni al cittadino, che sceglierà quella riferita alla sua situazione.In ogni caso potrà scegliere tra opzioni, ma sicuramente non potrà digitare  una cifra completamente errata o inesistente. Una volta completato il pagamento, avrà immediatamente una ricevuta, stampabile e scaricabile nel PC, con data e orario di pagamento. Poco dopo, essendo il sistema integrato con la piattaforma Regionale di pagamento PayEr, riceverà da quest’ultima una ulteriore e-mail di conferma della transazione.

Essendo integrato con PayEr, la possibilità per il cittadino, non sarà limitata al solo utilizzo della carta di credito, ma anche delle possibilità concesse da PayEr, attuali e  future (Pay-pall;, utilizzo di bonifici con banche riconosciute dal sistema), con tutte le garanzie di PayEr.

Va però ricordato che per essere visibile e pagabile, il verbale/preavviso deve essere presente a sistema; per questo non sarà visibile un preavviso di sosta ( o un verbale) appena redatto, ma servirà aspettare che venga inserito. Inoltre non sarà mai visibile e pagabile un verbale/preavviso che non contenga una targa di veicolo. Quindi, almeno per il momento, saranno per ora esclusi verbali elevati a pedoni, ciclisti, ecc…

Ti potrebbe interessare anche...