Ravenna. Nel cuore di Ravenna la grande manifestazione enologica ‘GiovinBacco. Sangiovese in festa’.

Ravenna. Nel cuore di Ravenna la grande manifestazione enologica ‘GiovinBacco. Sangiovese in festa’.
GiovinBacco, Ravenna. Foto di repertorio

RAVENNA. ’GiovinBacco. Sangiovese in Festa’, la più grande manifestazione enologica del Romagna Sangiovese e degli altri vini romagnoli, quest’anno compie una vera e propria rivoluzione, conquistando il cuore di Ravenna e trasformando il centro della città per tre giorni nel teatro del buon vino e del buon cibo di Romagna.

GiovinBacco non solo si tiene per la prima volta in ‘Piazza del Popolo e nelle altre piazze e vie del centro storico di Ravenna, ma è stato inserito dalla Regione Emilia-Romagna nel panel degli eventi segnalati per l’EXPO 2015 di Milano.

L’evento è stato presentato stamane in municipio nel corso di una conferenza stampa cui sono intervenuti l’assessore al commercio, turismo e attività produttive del Comune Massimo Cameliani, Nevio Ronconi, agenzia Tuttifrutti, Maria Angela Ceccarelli e Mauro Zanarini per Slow food  e Alberto Fazzi del Lions club Bisanzio

Proprio per questo motivo, la manifestazione si svolge il 23, 24, 25 ottobre. La grande Festa del Sangiovese di Romagna affianca significative innovazioni nella formula e nel programma, accanto alla conferma di molte iniziative di successo a partire dalla presenza delle più importanti cantine di Romagna, dal banco di vendita del vino per beneficienza gestito grazie al service del Lions Club Ravenna Bisanzio, per arrivare al Premio Piadina d’Oro di Romagna organizzato da Cna e Confartigianato e ai due concorsi: miglior Sangiovese Riserva e miglior Albana.

L’assessore Cameliani ha sottolineato come “il cambiamento della sede della manifestazione da un luogo chiuso come il Pala de Andrè, alle piazze e alle vie del centro storico è un elemento innovativo sul piano della fruizione che conferirà ancora maggior valore alle attrattive e ai commercianti che vi hanno sede. Per i turisti in particolare sarà una occasione per coniugare al meglio la visita ai nostri monumenti con le eccellenze enogastronomiche della Romagna. Sono questi i motivi per i quali abbiamo sostenuto finanziariamente in modo significativo questo evento in stretto collegamento con Expo e alle finalità condivise con Anci per valorizzare i prodotti alimentari e vinicoli dei territori”.

Fra le novità di maggiore rilievo ricordiamo che sabato 24 e domenica 25 ottobre GiovinBacco è affiancato da ‘MADRA, il Mercato Agricolo Domenicale di Ravenna, che per l’occasione si tiene per due giorni. Accanto a Piazza del Popolo, altre 4 piazze del centro sono dedicate alla gastronomia: Piazza dell’Unità d’ItaliaPiazza XX Settembre, Piazza Einaudi e Piazza San Francesco, con Via Diaz strada dei dolci delle feste. Non mancherà quest’anno un omaggio a Dante nel 750° della nascita.

I LUOGHI

PIAZZA DEL POPOLO. Sulla piazza centrale di Ravenna viene allestito un grande spazio coperto che ospita i banchi di assaggio dei vini per la degustazione dei rossi e bianchi di Romagna - a partire dal Sangiovese Riserva e Superiore e dall’Albana – presentati dalle migliori cantine del territorio. L’area ospita anche il banco di vendita dei vini a scopo benefico, gestito dal Lions Club Ravenna Bisanzio, e lo stand del Sindacato Panificatori Pasticcieri Artigiani di Confcommercio Ravenna. Sotto i portici della piazza sarà presente la postazione del Sert Ravenna.

PIAZZA XX SETTEMBRE. Qui sono allestiti i chioschi con le piadine di Ravenna, Rimini e Forlì e quelli con le birre artigianali. Il venerdì 23 ottobre si svolge il Trofeo Piadina d’Oro di Romagna: una giuria seleziona la migliore piadina romagnola 2015 preparata dagli artigiani locali. La proclamazione e la premiazione dei vincitori avviene nella stessa serata di venerdì, alle ore 20 circa, in Piazza del Popolo. Il trofeo, giunto al 7° anno, è a cura di CNA e Confartigianato Ravenna.

PIAZZA DELL’UNITÀ D’ITALIA. Nell’ex Piazzetta delle Carceri, a due passi da Piazza del Popolo, sono allestiti gli stand di Slow Food e dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini con prodotti, incontri, laboratori e degustazioni. L’Associazione Il Lavoro dei Contadini propone prodotti agricoli, artigianato artistico e piatti cucinati al momento. Slow Food propone libri, informazioni e incontri sul movimento e sul cibo oltre ai famosi Presìdi Slow Food. Lo stand offre anche stuzzichini e degustazioni. Il sabato e la domenica Slow Food Ravenna ospita la condotta Slow Food di Vignola e Valle del Panaro con vini frizzanti a rifermentazione spontanea in bottiglia, crescentine nelle tigelle, torta Barozzi e marmellata alla Ciliegia Moretta.

PIAZZA EINAUDI. Sulla piazza sono allestiti alcuni stand per la degustazione del cibo di strada di qualità, con Osteria del Gran Fritto di Stefano Bartolini, LoveBBQ di XTe Catering / La Cantinaza, Osteria I Passatelli 1962 del Mariani e Osteria L’Acciuga.

PIAZZA SAN FRANCESCO. È la piazza dei formaggi italiani e dello street food di Sicilia. Sulla piazza, lo stand della Pasticceria Palumbo propone per tre giorni le panelle e gli arancini di Sicilia. Sabato e domenica, invece, all’interno degli spazi espositivi del chiostro della Biblioteca Oriani (ingresso da Piazza San Francesco) è allestita una mostra mercato di formaggi d’eccellenza selezionati da Slow Food. Sotto i portici, mostra di ceramiche faentine, mosaici, tele stampate e ocarine allestita con la collaborazione di CNA Ravenna, Comune di Faenza Associazione Il Lavoro dei Contadini.

VIA GORDINI E VIA RICCI. Sabato 24 e domenica 25 ottobre il mercato dei contadini di MADRA si affianca alle bancarelle di GiovinBacco per una due giorni dedicata ai prodotti di stagione della terra e ai prodotti artigianali del territorio.

BIBLIOTECA ORIANI. Nella Sala Giovanni Spadolini, si tengono i Simposi del Gusto dedicati ai formaggi, al vino e a Dante, come omaggio di GiovinBacco al Poeta nel 750° anniversario della nascita. Venerdì 23 ottobre alle ore 18 è in programma l’incontro sul tema “Il formaggio si fa con il latte”; intervengono Giancarlo Russo docente all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Graziano Pozzetto scrittore ed enogastronomo, Andrea Fiorentini produttore di formaggi, Walter Luchetta Direttore Coldiretti Ravenna (modera Mauro Zanarini di Slow Food). Al termine DEGUSTAZIONE INFERNO con formaggi selezionati da Slow Food e il Romagna Sangiovese Jeval della Tenuta Fulcera. Sabato 24 ottobre alle ore 17.30 Premiazione dei vini vincitori nel 2015 del Premio Romagna Albana e del Premio Romagna Sangiovese di Giovinbacco (la giuria del premio è presieduta da Fabio Giavedoni della Guida Slow Wine) e alle 18 incontro con la ricercatrice americana Danielle Callegari sul tema “Pane, vino e companatico nella  Commedia di Dante“. Presenta Jacopo Gardelli. Al termine DEGUSTAZIONE PURGATORIO con formaggi selezionati da Slow Food e il Romagna Albana premiato dalla giuria GiovinBacco per il 2015. Infine,domenica 25 ottobre alle 18 recital di brani della Commedia di Franco Costantini. Al termine DEGUSTAZIONE PARADISO con formaggi selezionati da Slow Food e il Romagna Sangiovese premiato dalla giuria GiovinBacco per il 2015.

VIA DIAZ. È la strada dei dolci delle feste, dell’autunno e del Natale con bancarelle ricche di fava dei morti, panettone artigianale, cioccolata, biscotti e torrone.

LA NUOVA FORMULA

A GiovinBacco in Piazza 2015 l’ingresso è libero. Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet di tagliandi per le degustazioni, che si acquistano in Piazza del Popolo. I carnet sono da 4, 6 e 10 degustazioni. Il costo dei carnet è popolare, va da un minimo di 7 a un massimo di 12 euro con il calice, da un minimo di 5 a un massimo di 10 euro senza calice. Per una degustazione di vino passito e di Sangiovese Riserva sono necessari 2 tagliandi. Per tutti gli altri vini rossi e bianchi 1 solo tagliando. Ai soci Slow Food, AIS, AIES, Onav, Romagna Visit Card, Coop Adriatica e ai possessori dei tagliandi “Il Piatto GiovinBacco” è riservato 1 tagliando degustazione gratuito per ogni acquisto di un carnet da 4 consumazioni e di 2 tagliandi gratuiti per ogni acquisto di carnet da 6 e 10 consumazioni. A GiovinBacco è vietata la degustazione del vino per i minori di 16 anni.

I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano presso i singoli stand o i chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita.

Ti potrebbe interessare anche...