Rimini. Comuni Ricicloni, solo Rimini e Parma tra i comuni capoluoghi che superano il 60% di differenziata.

Rimini. Comuni Ricicloni, solo Rimini e Parma tra i comuni capoluoghi che superano il 60% di differenziata.
Raccolta differenziata. Immagine di repertorio.

RIMINI. Rimini è l’unico capoluogo in Regione insieme a Parma ad avere oltrepassato la soglia del 60 per cento di raccolta differenziata. Il risultato emerge dalla ricerca condotta da Legambiente nell’ambito della settima edizione dei ‘Comuni Ricicloni’ in Regione che riconosce i migliori traguardi ottenuti in termini di smaltimento dei rifiuti per il 2014. Con 299,1 kg di rifiuti totali annui raccolti per abitante e una percentuale di Rd del 61,6%, Rimini risulta al secondo posto tra i Comuni con oltre 150 mila abitanti, solo dopo Parma, primo capoluogo a superare il 65% di differenziata. Un risultato su cui pesa in particolare la buona performance nella differenziazione della carta: sempre guardando le classifiche per categorie elaborate da Legambiente, Rimini è secondo tra i Comuni sopra i 25mila abitanti per lo smaltimento di carta, con 115,8 kg per abitante. Rimini sul podio anche per quanto riguarda l’organico, frazione il cui recupero è di primaria importanza, con 131 kg di rifiuto raccolto per abitante.

‘A prescindere dai numeri e delle percentuali – è il commento dell’Amministrazione Comunale - che possono variare a seconda dei metodi di calcolo e dei parametri, tutte le classifiche certificano il salto in avanti che Rimini ha compiuto sul piano della raccolta differenziata e la grande attenzione rispetto ad una buona pratica che incide in maniera importante sull’ecosistema, sull’economia di un territorio e non per ultimo sul decoro urbano e dunque sulla vivibilità delle nostre città. Un risultato frutto di un percorso che ha portato alla predisposizione insieme al gestore di una serie di servizi, talvolta anche sperimentali, studiati per le specifiche esigenze delle varie zone della città. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di proseguire sulla strada di una ancora maggiore sensibilizzazione sul tema dell’ecosostenibilità, con azioni che favoriscano il corretto conferimento dei rifiuti, non tanto per superare qualche ‘record’ ma per un dovere nei confronti della città e dell’ambiente in cui viviamo’.

Ti potrebbe interessare anche...