Cesena. Nuovi parcheggi in centro: l’amministrazione apre alle proposte di Confcommercio e Confesercenti.

Cesena. Nuovi parcheggi in centro: l’amministrazione apre alle proposte di Confcommercio e Confesercenti.
parcheggio

CESENA. Creazione di posti auto nel cortile dell’ex caserma dei Carabinieri per gli utenti del centro storico, e spazio per la sosta dei residenti, con l’aumento degli stalli disponibili, nella parte di piazza della Libertà ancora libera dal cantiere. Questa la soluzione prospettata dall’Amministrazione comunale di Cesena nel corso della riunione odierna di Zona A, tavolo strategico della cabina di regia del centro storico,

All’incontro erano presenti: per l’Amministrazione comunale l’Assessore all’Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi, per Confcommercio Giorgio Piastra e Manuela Drudi, per Confesercenti Vanni Zanfini e Maria Luisa Pieri, per Confartigianato Pietro Manuzzi, per CNA Sandro Siboni. Accanto a loro erano stati invitati a partecipare anche il comitato Centro anch’io, rappresentato da Ivana Arrigoni e Fabrizio Faggiotto ed il quartiere Centro Urbano, rappresentato dal Presidente Tommaso Marcatelli e dal Consigliere Maurizio Petracci.

Ad aprire i lavori l’Assessore Dionigi, che ha rilanciato i dieci interrogativi che nei giorni scorsi l’Amministrazione cesenate ha rivolto alle Associazioni di Impresa circa il futuro operativo del centro storico. Ne è scaturito un lungo dibattito che ha visto tutti i presenti concordare – al di là delle posizioni specifiche dei singoli – sulla necessità di voltare pagina per avviare un periodo di costruttiva collaborazione.

Al centro dell’attenzione – com’era prevedibile – soprattutto il tema dei parcheggi, a partire dalle due proposte di Confesercenti e Confcommercio sulla possibilità di istituire degli stalli di sosta temporanei in vista del periodo natalizio. Tra l’altro, nella seduta odierna, Confcommercio ha formulato un’ulteriore ipotesi, che prevede un intervento più massiccio sull’attuale configurazione della ztl a tutela del centro storico, e l’amministrazione si è impegnata a valutare in sede successiva.

Già oggi, invece, l’Assessore Dionigi a nome della Giunta ha dichiarato la disponibilità a riconfigurare lo spazio di sosta a ridosso del cantiere di piazza della Libertà, prevedendo  l’aumento dei posti auto disponibili, che diventeranno 21, di cui 4 per invalidi e 1 per carico e scarico ricavati a fianco del Palazzo delle Poste e 16 per i residenti di fronte a porticato che fiancheggia la piazza, rendendo così fin da ora  l’area completamente ZTL.

Semaforo verde da parte dell’Amministrazione anche per l’ipotesi di ricavare un parcheggio a strisce blu nel cortile dell’ex caserma dei Carabinieri, dove si prevede possano trovare posto 27 piazzole per le auto.

L’attuazione di questo provvedimento richiede tempi brevi, vista anche la disponibilità della Provincia (proprietaria del complesso), confermata proprio oggi da una lettera del Presidente Davide Drei; ma prima occorrerà attendere l’esito della nuova asta per la vendita dell’immobile fissata per il prossimo 5 novembre; l’iter, infatti potrà proseguire solo nel caso – probabile – che l’asta vada nuovamente deserta.

Con la creazione di questo parcheggio abbinata alla revisione temporanea della sosta in zona Piazza della Libertà, si intende dare  risposta alle esigenze diverse delle varie categorie: residenti, persone con disabilità, operatori commerciali e fruitori del centro storico.

I provvedimenti per la sosta verranno resi operativi entro la fine del mese di novembre.

‘Siamo particolarmente contenti – affermano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore all’Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi – del positivo clima emerso durante l’incontro odierno di Zona A, contraddistinto da proposte concrete  e contributi fattivi. Per questo ci siamo impegnati a convocare una seduta successiva entro quindici giorni dalla presente. Riteniamo che il riscontro dato sul tema della sosta temporanea in vista del periodo natalizio possa essere una risposta concreta ai quesiti poste dalle Associazioni e dei commercianti e ci auguriamo che questo segnale di apertura venga interpretato nel migliore dei modi e comunque come la testimonianza concreta della volontà di uscire da un clima di contrapposizione forzata che certamente non giova al nostro centro cittadino’.

Ti potrebbe interessare anche...