Santarcangelo. Eron consegna alla città l’opera muraria ‘Soul of the waal’ realizzata al Teatro Il Lavatoio.

Santarcangelo. Eron consegna alla città l’opera muraria ‘Soul of the waal’ realizzata al Teatro Il Lavatoio.
Soul of the Wall Eron Lavatoio Santarcangelo

SANTARCANGELO. Sabato 31 ottobre 2015 ore 18 Teatro Il Lavatoio l’inaugurazione e consegna alla città dell’opera murale di ERON. 

Il Sindaco di Santarcangelo Alice Parma, i curatori del progetto Cantiere poetico per Santarcangelo_dedicato a Raffaello Baldini Fabio Biondi e Stefano Bisulli invitano la comunità di Santarcangelo a condividere la consegna dell’opera murale

Soul of the Wall / Santarcangelo 2015  realizzata da ERON sulla facciata esterna del Teatro Il Lavatoio.

Durante l’inaugurazione sarà possibile vedere all’interno del Lavatoio un breve video a rotazione continua ideato da ERON che documenta la realizzazione dell’opera murale esterna. Per la traccia audio del video, ERON ha chiesto alla poetessa Annalisa Teodorani un intervento libero ispirato all’opera stessa.

A seguire

Brindisi

Djset a cura di Big Things Music con selezioni musicali funk, soul, hip hop, black music.

Il noto artista riminese ERON, conosciuto a livello internazionale per la sua ricerca figurativa nel mondo della street art e della pittura contemporanea, aveva iniziato a lavorare all’opera in occasione delle giornate (13 – 20 settembre) del Cantiere poetico per Santarcangelo_dedicato a Raffaello Baldini, promosso e sostenuto dal Comune di Santarcangelo e dalla Fondazione Fo.Cu.S.

Da un lato, il volto di ‘Lell’” che appare a sinistra della parete, dall’altro, le donne che fanno il bucato: è la nuova scena di vita dell’antico lavatoio; come se concettualmente la parete trasudasse immagini, frammenti di memoria e di storia legata al luogo stesso.

L’opera fa parte della nuova serie di lavori che ERON sta realizzando in questo periodo prendendo spunto dal fenomeno percettivo conosciuto con il nome di ‘pareidolia’. Si tratta di una tendenza istintiva e automatica a trovare strutture ordinate e forme familiari in immagini disordinate; l’associazione si manifesta in special modo verso le figure e i volti umani. Anche in questo caso l’intervento dell’artista, consiste nell’applicare realmente sul muro alcuni elementi spesso presenti sulle pareti urbane come ad esempio bocchettoni o prese d’aria dalle quali far “colare” (tramite intervento pittorico realistico) le tipiche macchie di umidità dei muri creando suggestivi soggetti figurativi riferiti al luogo. Una fusione poetica tra pittura, fenomeni percettivi e macchie spesso presenti sui muri.

Ti potrebbe interessare anche...