Cesena. Apre i battenti la mostra dedicata al pittore cesenate Luciano Boschi alla galleria dei Palazzo del Ridotto.

Cesena. Apre i battenti la mostra dedicata al pittore cesenate Luciano Boschi alla galleria dei Palazzo del Ridotto.
Opera Luciano Boschi pittore Cesena mostra

CESENA. A tre anni dalla scomparsa del pittore cesenate Luciano Boschi, sabato 31 ottobre, alle ore 17, la Galleria Comunale d’Arte di Palazzo del Ridotto dedica all’artista una mostra il più possibile completa delle sue opere, grazie al ricordo affettuoso degli amici Vittorio Mosconi e Giancarlo Severi che hanno sentito il desiderio e la necessità di rendere omaggio all’amico prematuramente scomparso.

A differenza di altri Maestri cesenati, che hanno mirabilmente descritto la difficoltà del vivere, Luciano Boschi si è rivolto maggiormente all’aspetto gioioso della vita. Ne evidenzia l’edonismo e la leggerezza (fanciulle che sembrano danzare leggere sull’acqua, ragazze allo specchio che si fanno belle, bambini intenti ai loro giochi, sontuosi saloni con tendaggi, quadri e mobilio di pregio, ecc il tutto avvolto in una luce sommessa, quasi crepuscolare. Luce che caratterizza un aspetto fondamentale della sua arte.

Luciano Boschi opera

Secondo Vittorio Mosconi, “l’attività artistica del “maestro” è stata molto vasta. Si è protratta senza interruzioni a partire  dagli anni 1955/1960 sino alla morte. Si sentiva ‘pittore nato’. Proverbiali i suoi viaggi organizzati spesso approssimativamente con al seguito la sua fida bicicletta che aveva tagliata in due parti e ricomponibile mediante appositi rivetti, da trasportare come bagaglio appresso nelle trasvolate.

Non avendo mai provveduto a tenere documentata la sua attività (fotografie delle opere, elenco dei collezionisti, ecc) la ricerca dei quadri, è avvenuta tramite un passaparola fra amici e collezionisti. Ricerca parziale, non esaustiva ma che rende evidente la sua cifra artistica.

La mostra si potrà visitare fino al 15 novembre tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 fino alle 19.  Ingresso libero.

Per informazioni si può telefonare all’Ufficio Cultura tel. 0547-355730.

Ti potrebbe interessare anche...