Rimini. Gemnmano. Riprese le visite alla riserva e alle grotte di Onferno. Prossimo appuntamento per il 15 novembre.

Rimini. Gemnmano. Riprese le visite alla riserva e alle grotte di Onferno. Prossimo appuntamento per il 15 novembre.
Gemmano

RIMINI. GEMMANO. Domenica 1 novembre 2015 si è svolta la prima apertura della nuova stagione alla Riserva Naturale di Onferno, sotto la nuova gestione dell’associazione La Nottola. Durante la giornata si sono succedute ben 5 visite guidate alle Grotte di Onferno, per un totale di circa 90 partecipanti un terzo dei quali bambini.

Il Museo Naturalistico e il Giardino Botanico erano fruibili gratuitamente, e hanno raccolto l’interesse anche dei visitatori di passaggio.

La visita alle Grotte è stata l’occasione per incuriosire i visitatori, lungo il percorso di avvicinamento, anche sulle particolarità naturalistiche della Riserva, in particolare di interesse botanico.

Durante il periodo invernale il Centro Visite sarà aperto al pubblico secondo appuntamenti prestabiliti programmati e comunicati in tempo. Per gruppi e per le scolaresche sarà possibile visitare le Grotte di Onferno e la Riserva su prenotazione, anche durante la settimana.

La Riserva Naturale Orientata e le grotte di Onferno rivestono un interesse didattico di tutto rilievo. L’area infatti ospita specie vegetali di particolare rarità per la Regione: Staphylea pinnata, Phyllitis scolopendrium, Polypodium australe, ecc.. Il sistema carsico della Grotta di Onferno custodisce la più importante colonia di pipistrelli della regione, oltre 8000 individui, appartenenti a ben sette specie tra cui il Miniottero (Miniopterus schreibersii), la specie più abbondante ad Onferno, considerata in pericolo in tutta Europa.

‘Avevamo detto che non ci saremmo rassegnati, che nonostante le difficoltà non avremmo abbandonato la Riserva e le Grotte e così è stato – afferma soddisfatto il Sindaco di Gemmano Riziero Santi –   la nostra idea è che la Riserva Naturale di Onferno costituisca una ricchezza per tutto il territorio provinciale e regionale,  perciò lottiamo per mantenere e valorizzare il sito, e perciò la nostra battaglia non è inascoltata. I problemi strutturali, emergenziali e gestionali sono stati superati uno ad uno. Ora insieme all’Ente Macroarea e ai nuovi gestori dell’Associazione no profit la Nottola lavoreremo per qualificare e valorizzare ancora di più il sito da un punto di vista ambientale e logistico e per riattivare le infrastrutture turistiche e ricettive, con il coinvolgimento della comunità locale’. Il Sindaco rivolge poi un appello:  ’Mi rivolgo a tutti quanti hanno a cuore la tutela ambientale e la valorizzazione del nostro territorio: visitate la Riserva e le Grotte di Onferno, in questo modo ci aiuterete a mantenere e a valorizzare questo nostro patrimonio ambientale. Mi rivolgo ai formatori e ai docenti scolastici: programmate attività e visite didattiche a un sito di sicuro interesse ambientale di livello europeo che vi ritrovate a due passi dalle scuole. Mi rivolgo agli operatori turistici: inserite nelle vostre proposte di soggiorno oltre al sole, al mare al castelli e alle tipicità locali, una visita alla Riserva Naturale, che ha in se la particolarità di una visita in grotta, e così arricchirete il vostro pacchetto di una opportunità di sicuro interesse per il turista’.

La prossima giornata di apertura al pubblico sarà domenica 15 novembre. Vista l’alta affluenza e i posti limitati per ogni visita è vivamente consigliata la prenotazione telefonando al 389.1991683.

 

Ti potrebbe interessare anche...