Ravenna. Lido Adriano. Al via oggi la rassegna ‘Una società per relazioni’ con la proiezione del documentario ‘Asmarina’.

Ravenna. Lido Adriano. Al via oggi la rassegna ‘Una società per relazioni’ con la proiezione del documentario ‘Asmarina’.
Ragazzi stranieri, immagine di repertorio

RAVENNA. LIDO ADRIANO. Continuano gli appuntamenti organizzati nell’ambito della rassegna ‘Una società per relazioni, strade alternative alla violenza’:  23 iniziative, fino al 21 dicembre, dedicate dal Comune e da 15 diverse realtà associative ravennati, con il patrocinio della Consigliera di parità della Provincia, alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Da lunedì 16 novembre parte un ‘focus’ di cinque appuntamenti al centro Cisim di Lido Adriano (viale Parini 48) dedicato a ‘Relazioni familiari, identità e conflitti’. 

Alle 21 del 16 novembre verrà proiettato il documentario ‘Asmarina’ di Alan Maglio e Medhin Paolos, cui seguirà la presentazione del libro ‘Adua’ a cura dell’autrice Igiaba Scego; mercoledì 25 novembre alle 10 verrà proiettato il film ‘Little miss sunshine’ di Jonathan Dayton; mercoledì 2 dicembre e lunedì 21 alle 14,30 si terrà l’incontro pubblico dal titolo ‘Le relazioni familiari’, condotto dalle psicologhe Marisa Biondi e Milena Romboli; mercoledì 16 dicembre alle 10 è prevista la proiezione del film ‘Caterina va in città’ di Paolo Virzì.

Le iniziative sono organizzate dalla cooperativa Libra che a Lido Adriano gestisce da 25 anni servizi e interventi psico-pedagogici e socio-educativi rivolti a minori (anche segnalati ai Servizi Sociali) presso il centro di aggregazione Agorà; di informazione e orientamento, rivolti a giovani, donne e immigrati (Informagiovani/Informadonna di Lido Adriano); e attività culturali (centro culturale Cisim, gestito in collaborazione con l’associazione culturale Il Lato Oscuro della Costa).

L’obiettivo è quello di promuovere attività culturali e sociali sul territorio di Lido Adriano caratterizzato da un intricato tessuto sociale fatto di 57 lingue e nazionalità, immigrati provenienti dal sud Italia e da ogni parte del mondo, per un totale di circa 6.300 residenti, ma anche di aprire confronti e sostenere la riflessione in merito ai legami familiari e al rapporto genitori-figli.

Ti potrebbe interessare anche...