Solarolo. Le bevande magiche nell’antichità al centro di una conferenza all’Oratorio dell’Annunziata.

Solarolo. Le bevande magiche nell’antichità al centro di una conferenza all’Oratorio dell’Annunziata.
Solarolo - le bevande magiche nell'antichità

SOLAROLO. Giovedì 19 novembre, alle  20,30, l’Oratorio dell’Annunziata a Solarolo ospiterà la conferenza di Giuseppe Lepore dal titolo ‘Le bevande magiche nell’antichità’. L’iniziativa, organizzata dal Gruppo Archeologico Solarolese con il patrocinio del Comune di Solarolo, è ad ingresso libero.

Nell’antichità numerose sono le bevande ottenute tramite la fermentazione: vino, birra, idromele, sidro ed altre. Si tratta di vere e proprie ‘bevande magiche’, che assumono ben presto un significato simbolico e un valore che prescinde dal semplice uso funzionale. La più famosa di queste è il vino, che attraversa tutta l’antichità, dal secondo millennio fino all’età cristiana, quando diventa uno degli elementi fondanti della cerimonia della Messa.

Laureato in Lettere con indirizzo Classico all’Università di Bologna, Giuseppe Lepore ha poi seguito la Scuola di Specializzazione in Archeologia e ottenuto il Dottorato di Ricerca in Archeologia Tardoantica e Medievale sempre presso l’Università di Bologna. E’ Professore associato di Archeologia Classica presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna e Responsabile dell’Unità Organizzativa della Sede di Ravenna.

 

Ti potrebbe interessare anche...