Fusignano. Integrazione. Tappa in città del progetto europeo Migrain, una tavola rotonda con esperienze dal continente.

Fusignano. Integrazione. Tappa in città del progetto europeo Migrain, una tavola rotonda con esperienze dal continente.
Visita delle delegazioni europee Migrain Fusignano

FUSIGNANO. Si è conclusa ieri la tappa fusignanese del progetto europeo Migrain, finanziato nell’ambito del Programma ‘Europa per i cittadini’. Per tre giorni la città di Fusignano ha ospitato delegazioni provenienti dalle municipalità di Cieszanòw (Polonia), Diòsd (Ungheria) Lokron (Grecia), Aheloy (Bulgaria) e Farkaslaka (Romania), Argenbuhl (Germania). Tante le attività svolte, tutte aventi lo scopo di focalizzare l’attenzione e condividere esperienze sul tema dell’integrazione sociale.

Tra le iniziative, una tavola rotonda aperta al pubblico, che si è svolta all’auditorium ‘Arcangelo Corelli’; per l’occasione, oltre ai delegati delle varie nazioni europee, sono intervenuti il sindaco di Fusignano Nicola Pasi e il consigliere regionale Mirco Bagnari. È stata inoltre portata la testimonianza della cooperativa sociale DiaLogos, che opera sul territorio di Forlì con numerosi progetti rivolti all’integrazione degli immigrati. Gli ospiti hanno inoltre avuto l’occasione di visitare ‘Andata e ritorno’, la mostra curata da Marina Guerra e Stefania Vecchi allestita presso il centro culturale ‘Il Granaio’: l’esposizione raccoglie e racconta le testimonianze delle badanti, spesso provenienti dall’Europa orientale, che lavorano nel nostro territorio.

‘Questa esperienza è stata molto costruttiva, poiché ci ha dato l’opportunità di ascoltare esperienze diverse dalla nostra su un tema mai così attuale come quello dell’integrazione sociale degli immigrati – ha commentato il primo cittadino Nicola Pasi -. Queste tematiche sono difficili e complesse, e spesso si incontrano anche divergenze di opinione. L’occasione di avere un confronto ‘internazionale’, nell’ambito di un progetto strutturato, è stata quindi utile per raccogliere e condividere nuovi stimoli e approfondire al contempo la comprensione di un fenomeno epocale come l’accoglienza dei rifugiati’.

Il progetto Migrain si propone di approfondire il fenomeno e le ripercussioni sociali della migrazione e dell’immigrazione in Europa, con particolare focus sulle politiche di integrazione. Il partenariato è composto da otto partner, in rappresentanza di sette Paesi europei. Ogni Paese durante il progetto, ha l’opportunità di presentare il proprio contesto in relazione alla migrazione/immigrazione, scambiare esperienze con le Amministrazioni e associazioni di altri territori e comprendere meglio il fenomeno delle migrazioni a livello europeo.

Il progetto si sviluppa quindi in otto eventi organizzati dai diversi partner in diverse città. Le forme di attività comprendono conferenze, workshop, seminari, presentazioni, interviste, visite alle istituzioni competenti, dando anche luogo a giochi e attività culturali complementari. Le attività si tradurranno in conclusioni, materiali di sintesi, che poi saranno resi pubblici nel corso delle attività di promozione.

Ti potrebbe interessare anche...