Lugo. Lorenzo Pagani ospite del terzo appuntamento della rassegna ‘Jazz alla pasticceria 1954′.

Lugo. Lorenzo Pagani ospite del terzo appuntamento della rassegna ‘Jazz alla pasticceria 1954′.
Lorenzo Pagani

LUGO. Terzo appuntamento per la rassegna concertistica ‘Jazzeventi alla Pasticceria 1954′, a Lugo in via Piratello 52. Venerdì 27 novembre sarà il turno dei Mock up, il quartetto guidato da Lorenzo Pagani (voce e tastiere), insieme a Alessandro Scala (sax), Massimo Selvi (basso) e Michele Iaia (batteria).

Il jazz si veste di modernità, con sonorità che si avvicinano alla musica pop degli anni ’80. Lorenzo Pagani pianista, protagonista dell’edizione 2014 del programma televisivo The Voice of Italy, è il band leader di questo gruppo che propone un repertorio tra lo smooth jazz, il funk e il rhythm & blues, toccando celebri autori di musica contemporanea quali Stevie Wonder, Marvin Gaye, Donny Hataway, George Benson, Jamie Cullum, Kurt Elling, Rachelle Ferrell, Luther Vandross, Frank Mccomb.

Prima del concerto, sarà possibile cenare alla carta con cucina romagnola (prenotazione obbligatoria al numero 349 2268409).

La rassegna prosegue venerdì 18 dicembre sul palco l’Organ Jazz Trio composto da Luca Nanni (batteria), Sam Gamberini (tastiera) e Alessandro Scala (sax), per una serata tra jazz, bossa nova, funk e blues.

Il 4 dicembre ci sarà il Gloria Turrini Trio, con Gloria Turrini (voce), Mecco Guidi (organo Hammond e tastiere) e Lele Veronesi (batteria). Una voce scura, tastiere groovy, batteria fantasiosa: queste sono le caratteristiche principali dei tre musicisti. Il repertorio che propongono è vario, un viaggio attraverso il jazz delle origini, passando attraverso il blues del Mississippi per arrivare al soul di Detroit, con uno sguardo anche al pop, sempre in maniera ricercata e personale.

L’ultimo appuntamento dell’anno sarà 11 dicembre con il trio di Matteo Zaccherini insieme a Carlo Atti. Un mix linguaggi stilistici differenti, ma in simbiosi l’uno con l’altro, prendono corpo per una serata ricca di interplay e virtuosismi, con riferimenti che vanno dallo standard jazz all’improvvisazione pura e dove l’istintività può emergere ritornando poi nel mood del tema. Il sassofonista Carlo Atti, affiancato da una sezione ritmica formata da Max Dall’Omo (batteria), Matteo Zaccherini (pianoforte) e Mauro Mussoni (contrabbasso).

La rassegna riprenderà con nuovi appuntamenti a partire da gennaio 2016. “Jazzeventi alla Pasticceria 1954” è curata da Alessandro Scala e Luigi Pini, con il patrocinio del Comune di Lugo.

Ti potrebbe interessare anche...