Cotignola. Al Binario una serata dedicata al cinema con il regista Francesco Minarini dal titolo ‘L’occhio dell’ottico’.

Cotignola. Al Binario una serata dedicata al cinema con il regista Francesco Minarini dal titolo ‘L’occhio dell’ottico’.
Francesco Minarini regista

COTIGNOLA. Mercoledì 9 dicembre alle 21 al Teatro Binario di Cotignola, in via Vassura 18/a, ci sarà un incontro con il regista Francesco Minarini e proiezione dei suoi ultimi cortometraggi.

Titolo della serata, non a caso, sarà ‘L’occhio dell’ottico’: Francesco Minarini, di Castel Bolognese, si guadagna da vivere dall’età di 22 anni con la professione di ottico; per alcuni anni ha anche interpretato vari personaggi in programmi radiofonici di satira.

Fin da piccolo frequenta le cabine di proiezione di alcuni cinema, inizia a essere proiezionista all’età di 7 anni e si interessa ben presto della possibilità di realizzare filmati con la tecnologia disponibile all’epoca: la pellicola 8mm. Realizza il primo cortometraggio d’animazione a 12 anni e continua a preparare audiovisivi, per lavoro e non, senza interruzione.

Minarini è letteralmente cresciuto tra le pellicole, visto che la sua famiglia da tre generazioni ha a che fare con le sale cinematografiche. Negli anni Settanta, quando era un bambino, il padre e il nonno si dividevano tra le sale del Moderno e del Centrale a Castel Bolognese. Lui li seguiva e imparava tutto, compreso il modo di riparare le pellicole che si rompevano perché troppo logore.

Oggi Minarini è un filmaker pluripremiato che ha preso parte, con i suoi lavori, a numerosi festival italiani. Risale al 1978 il suo primo corto di animazione che, rimasterizzato nel ’95, ottiene una menzione al CortoImola Festival. In quello stesso anno, con “Je t’aime” si aggiudica il primo premio su duecento film in concorso alla cineteca di Bologna. I riconoscimenti non si fermano e nel 2002 con ‘Ci conosciamo?’ e nel 2003 con ‘I lettori’ iniziano a fioccare i successi: a Empoli Mario Monicelli gli consegna il primo premio e una trentina di molti altri premi arrivano da Roma, Chianciano, Siena, Como, Trieste.

Nella serata al Binario il regista mostrerà i suoi ultimi lavori: una serie di cortometraggi realizzati durante gli ultimi otto anni con attori del territorio e non solo, tra cui spiccano Maria Pia Timo, Valentina Minzoni, Andrea Cortesi, Davide Dalfiume, Alfonso Nadiani e molti altri. Non mancano luoghi di prestigio come il Museo internazionale delle ceramiche di Faenza.

L’iniziativa è organizzata dall’associazione Primola di Cotignola, in collaborazione con l’associazione Cambio Binario e con il patrocinio del Comune di Cotignola.

Ti potrebbe interessare anche...