Cesena. Cultura. La Biblioteca Malatestiana svela il suo programma per il 2016.

Cesena. Cultura. La Biblioteca Malatestiana svela il suo programma per il 2016.
biblioteca malatestiana

CESENA. E’ un vero e proprio cartellone ricco di appuntamenti di alto livello culturale il programma di iniziative  messo a punto dal Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana per il  2016.

La presentazione ufficiale dei principali appuntamenti in calendario si è tenuta lunedì mattina nel corso di una conferenza stampa a cui sono intervenuti l’Assessore alla Cultura Christian Castorri, il Presidente del Comitato Andrea D’Altri e Valentina Orioli, componente anch’essa del Comitato Scientifico.

Come è stato anticipato durante la conferenza stampa, da gennaio prenderanno il via due cicli di incontri: il primo dedicato all’eccellenza della Malatestiana stessa e dei testi in essa conservati; il secondo ai viaggi e al significato del viaggio nelle varie epoche storiche.

Ma  già nei prossimi giorni sono in programma due importanti appuntamenti che anticipano i temi delle rassegne.

Giovedì 10 dicembre, alle ore 17.30 nell’ Aula Magna della Biblioteca Malatestiana lo scrittore Carmine Abate presenta ‘La felicità dell’attesa’, appena uscito. Al centro del libro la la saga della famiglia Leto, che abbraccia quattro generazioni, più di un secolo di storie e tre continenti. Come ‘La collina del vento’ era la storia di una famiglia che rimane e resiste, così ‘La felicità dell’attesa’ racconta i destini – più che mai attuali – di quanti lasciarono le sponde del Mediterraneo per cercare fortuna altrove, approdando nella ‘Merica Bona’: una terra dura eppure favolosa, di polvere e grattacieli, sfide e trionfi.

L’incontro con Abate costituisce l’anteprima del progetto Viaggi di Carta, che partirà a gennaio.

Il 12 e il 13 dicembre, invece, si terranno le ‘Giornate del Manoscritto’ dedicate alla conservazione e alla valorizzazione dei manoscritti malatestiani.

Tre gli appuntamenti principali nel corso della due giorni.

Sabato 12 dicembre, alle ore 11.00 si farà il punto sul progetto di restauro dei codici, e saranno presentati i 18 manoscritti restaurati nel corso del 2015 grazie a 12 sponsor (importo complessivo circa 15mila euro). E’ proseguito così il progetto intrapreso su impulso dell’associazione Amici della Biblioteca Malatestiana nel 2014 che aveva già portato al restauro di una quindicina di manoscritti.

All’incontro, presieduto dal Presidente del Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana Andrea Daltri, parteciperanno il  Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, l’Assessore alla Cultura Christian Castorri, la Dirigente del Settore Biblioteca Malatestiana Cultura e Turismo Elisabetta Bovero e la responsabile Servizio Conservazione Biblioteca Malatestiana Paola Errani. Ma, soprattutto, interverranno i cittadini, le associazioni e le aziende cesenati che hanno contribuito ai restauri

Nel pomeriggio, alle ore 17.00 sarà, invece, presentato il rinnovato ‘Catalogo aperto dei Manoscritti Malatestiani, che torna on line dopo sostanziose modifiche grafiche e strutturali.

Nel programma delle Giornate del Manoscritto è inserito anche l’appuntamento di domenica 13 dicembre alle ore 10.30, con la conferenza di franco Dell’Amore dedicata a ‘Il patrimonio musicale della Malatestiana. Un percorso visivo e sonoro tra Medioevo e Rinascimento’. L’evento, inserito nel programma del ‘Viaggio tra i tesori della Malatestiana’, è a cura dell’Associazione Amici della Malatestiana.

Di seguito, invece, i dettagli sui due cicli di incontri che partiranno nel 2016.

MAGISTRI – Viaggio nella Malatestiana

Un percorso nell’eccellenza e nell’autorevolezza della libraria di Malatesta Novello, accompagnati da un magister di oggi che guida alla lettura e alla comprensione del messaggio di un magister di ieri. Per conoscere gli archetipi, gli auctores antichi che il Medioevo e l’Umanesimo hanno ammirato e conservato: esaltandone il fondamento per la grammatica e la retorica, per la filosofia e la teologia, per la matematica e la medicina, per la scuola e per la vita; elevandone al sommo grado gli insegnamenti morali e spirituali che hanno ‘illuminato’ il cammino dell’uomo, la sua storia e la sua cultura; trasformandoli in modelli e protagonisti senza tempo per aver alimentato l’humanitas innestandola nel vero e nel bello.

Un itinerarium fra i classici: i modelli della cultura europea e della sua libertà; coloro che sono autorevoli «per la concretezza della loro rivelazione e della loro meditata conoscenza dell’uomo’, ‘perché quello che essi ci dicono noi lo sentiamo detto una volta per sempre, in una forma insostituibile (Mario Luzi); quelli che non hanno ancora finito di dire quanto hanno da dire (Italo Calvino); coloro «che ci leggono più di quanto noi li leggiamo’ (George Steiner). Alla ricerca del classico: ciò che è durevole nel tempo; ciò che è nuovo e apre prospettive originali (Marcel Proust); ciò che è ‘mediazione del passato con il presente’ (Hans-Georg Gadamer); ‘ciò che deve ancora essere, non ciò che è già stato’ (Osip Mandel’štam); ciò che permette di rinegoziare la propria identità (John Maxwell Coetzee); ciò che, radicato nel passato, si rinnova nel presente e si proietta nel futuro.

18 marzo 2016  ore 17.00 IVANO DIONIGI  Università di Bologna, Presidente Pontificia Academia Latinitatis I Classici 

15 aprile 2016 ore 17.00 LEONARDO LUGARESI Associazione Patres Sant’Agostino 

20 maggio 2016 ore 17.00 LUCIANO CANFORA  Storia & Storici 

Nel corso degli incontri saranno esposti codici della Malatestiana connessi al tema trattato.

VIAGGI DI CARTA. VIAGGIATORI DI IERI 

29 gennaio 2016 ore 17.00

STEFANO MAGNANI,  Migrazioni e viaggi nel mondo romano: tensioni sociali e processi d’integrazione Docente di Storia romana all’Università di Udine, nella sua attività di ricerca si è occupato, tra l’altro, di viaggi e viaggiatori nel mondo antico. È autore dei volumi Il viaggio di Pitea sull’Oceano (2002), Geografia storica del mondo antico (2003).

12 febbraio 2016 ore 17.00

DUCCIO BALESTRACCITitolo da confermare Docente di Storia Medievale all’Università di Siena, ha tra i suoi ambiti principali di ricerca il “confronto fra culture”. Recentemente è stata ristampata da Laterza la sua monografia Terre ignote strana gente. Storie di viaggiatori medievali (2008).

26 febbraio 2016 ore 17.00 ALESSANDRO VANOLI,  Titolo da confermare Storico medievista, si è dedicato alla storia del Mediterraneo e delle relazioni tra cristiani e musulmani tra l’antichità e l’età moderna. Nel 2015 ha pubblicato per Il Mulino Quando guidavano le stelle. Viaggio sentimentale nel Mediterraneo.

11 marzo 2016 ore 17.00

GIAN PAOLO BRIZZI Prima dell’Erasmus. La mobilità studentesca nell’Europa medievale e moderna Docente di Storia moderna all’Università di Bologna e responsabile scientifico dell’Archivio storico dell’ateneo bolognese, è autore di una ricchissima produzione sulla storia dell’istituzione universitaria e del mondo studentesco.

1 aprile 2016 ore 17.00 PAOLO CAUCCI VON SAUCKEN Titolo da confermare Docente di Letteratura spagnola all’Università di Perugia, ha dedicato la sua produzione scientifica alla tematica del pellegrinaggio religioso, occupandosi della via Francigena, delle vie romee e del Camino de Santiago.

5 maggio 2016 ore 17.00 ATTILIO BRILLI La biblioteca di Colombo e i viaggi di esplorazione Già docente di Letteratura angloamericana all’Università di Siena, è probabilmente il massimo storico della letteratura di viaggio. Il suo ultimo lavoro, appena uscito da Il Mulino, è Il grande racconto dei viaggi d’esplorazione, di conquista e d’avventura.

Ti potrebbe interessare anche...