Conselice. L’archivio storico comunale entra in rete. Un progetto curato dalla cooperativa ‘Le pagine’.

Conselice. L’archivio storico comunale entra in rete. Un progetto curato dalla cooperativa ‘Le pagine’.
Statuti antichi risalenti al 1430 archivi conselice

CONSELICE. Sabato 19 dicembre alle 11 all’Auditorium comunale di Conselice ci sarà la presentazione in anteprima dei lavori per la messa online dell’Archivio storico del Comune di Conselice.

Per l’occasione saranno presenti Paola Pula, sindaco di Conselice; Paolo Valenti, assessore alla Cultura della Provincia di Ravenna; Elena Liverani, assessore alla Cultura del Comune di Conselice; Mirella M. Plazzi dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna; Patrizia Luciani e Anna Casotto, rispettivamente responsabile e archivista della cooperativa ‘Le Pagine’.

Dopo le sfide degli ultimi anni per la conservazione fisica, l’ordinamento e la descrizione inventariale, l’Archivio compirà ora un ulteriore passo e sarà reso quindi disponibile su internet. Ciò avverrà quando tutti gli inventari informatizzati, precedentemente redatti, verranno riversati, a cura della cooperativa ‘Le Pagine’, nella piattaforma di gestione documentale xDams, con conseguente pubblicazione sul portale IBC Archivi.

‘Questa operazione accrescerà la visibilità del patrimonio archivistico conselicese, favorendone la consultazione da parte degli utenti più diversi – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Elena Liverani -: dagli abituali frequentatori degli archivi, come storici, studiosi e ricercatori, agli studenti di scuole secondarie, che fino ad oggi forse hanno ignorato l’esistenza stessa degli archivi, per arrivare a tutti coloro che sono animati da semplice curiosità per la storia. Il portale IBC, infatti, ponendosi come polo di aggregazione di innumerevoli archivi presenti sul territorio della Regione Emilia-Romagna, consentirà all’Archivio storico comunale di Conselice di ‘dialogare’ con altri complessi documentali, all’interno di una trama di relazioni tra istituzioni, luoghi, eventi, famiglie e persone’.

Il 17 maggio 2009 fu inaugurato l’Archivio storico del Comune di Conselice, dopo un lungo lavoro di riordino sul piano archivistico e bibliotecario, promosso dall’Amministrazione comunale e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna/Sovrintendenza ai beni librari e documentari/IBC e dalla Provincia di Ravenna.

L’intervento ha reso accessibile e fruibile alla collettività un considerevole complesso documentario, costituito da 24 fondi, tra cui l’archivio della comunità e della municipalità, poi Comune, dal 1493 al 1897, e l’archivio della breve esperienza municipale di Lavezzola durante la Repubblica Cisalpina (1806-1810).

Grazie all’inventariazione delle carte, effettuata dalla cooperativa ‘Le Pagine’ di Ferrara per il periodo dalle origini al 1806 e dalla cooperativa Crecs di Bologna per la parte dal 1807 al 1897, un importante patrimonio per la conoscenza della storia di Conselice e del suo territorio è stato non solo salvaguardato, ma anche e soprattutto reso disponibile per la consultazione, per la quale è possibile rivolgersi alla biblioteca comunale “Giovanna Righini Ricci” di Conselice.

L’opera di recupero della memoria conselicese è proseguita con l’avvio nel 2011 di un ulteriore intervento di riordino e inventariazione, promosso dalla Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna e affidato nuovamente alla cooperativa “Le Pagine”, questa volta destinato agli archivi aggregati, ossia ai quei complessi di documentazione prodotti da enti giurisdizionali, caritativi, mutualistici e associativi operanti sul territorio locale dal XVII al XX secolo, come la Congregazione di Carità, le Opere Pie Spadazzi Ortensi, Tarlazzi e Ius Pascendi, l’Opera Nazionale Maternità e Infanzia, il Patronato scolastico, il Corpo bandistico e la Società operaia di mutuo soccorso.

Ti potrebbe interessare anche...