Lugo. Rotary Club. Tracciato il bilancio delle azioni svolte nell’interesse della comunità.

Lugo. Rotary Club. Tracciato il bilancio delle azioni svolte nell’interesse della comunità.
Rotary Club di Lugo

LUGO. Il 2015 volge al termine e il Rotary Club di Lugo ripercorre le iniziative svolte durante l’anno, per tracciare un bilancio delle proprie azioni nell’interesse della comunità. Un impegno a tutto campo, in linea con i valori rotariani, che spazia in diversi settori: dagli aiuti umanitari al sostegno alla didattica, dalla cura del verde all’aiuto alle persone con disabilità. Il Club lughese chiude un 2015 ricco di soddisfazioni, tra nuove iniziative e continuità con i progetti avviati negli anni precedenti.

Ecco un breve riassunto delle principali attività supportate a diverso titolo nel corso del 2015 dal Rotary Club di Lugo: è stato sostenuto il progetto rivolto all’asilo Carlo Spada per l’acquisizione delle competenze in matematica, approfondendo l’ambito del pensiero procedurale già nei bambini in tenera età, rendendoli parte attiva nell’utilizzo degli strumenti informatici; questo progetto è sostenuto dalla dottoressa Elisa Passerini, docente di scuola primaria e formatrice professionale con specializzazioni nell’ambito matematico e tecnologico; riprende quello dello scorso anno, che vide il Rotary di Lugo impegnato nella donazione di una lavagna multimediale.

Sempre in ambito educativo, sono numerose le iniziative a sostegno delle scuole lughesi: dalla partecipazione di alcuni studenti al seminario internazionale ‘The future of science’, che si tiene ogni anno a Venezia, alle iniziative di sostegno per il Progetto Teatrale, per proseguire con i convegni sul cyber-bullismo. Anche quest’anno è stata elargita la borsa di studio di duemila euro da destinare a uno studente meritevole neoiscritto a facoltà a indirizzo umanistico; non sono inoltre mancati, come ogni anno i colloqui di orientamento post-diploma con rotariani impegnati in diversi ambiti e rivolti agli studenti del quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado. Un appuntamento organizzato in collaborazione con il liceo di Lugo e voluto per offrire a tutti i giovani presenti l’opportunità di avere indicazioni e testimonianze sull’attuale realtà professionale e imprenditoriale, tramite un colloquio personale.

Ha raggiunto invece quota 41 il numero di container spediti in Benin, pieni di prodotti essenziali per la sopravvivenza della diocesi di Djougou, guidata dal vescovo monsignor Paul Vieira. Il vescovo ha ringraziato i rotariani per la costanza e la generosità degli aiuti, sottolineando come negli ultimi anni la situazione in Benin si sia complicata notevolmente, a causa della crescente ostilità della popolazione di religione musulmana.

Il Rotary Club di Lugo concorre inoltre a individuare nuove start up del territorio lughese per l’incubatore di impresa: per queste sono previste forniture di servizi amministrativi gratuiti e premi in denaro per le aziende più meritevoli, individuate da una apposita commissione (per il Rotary è presente il socio Gabriele Longanesi).

Prosegue poi la collaborazione con l’attività ultradecennale dell’Handy camp, il progetto che ogni anno porta al Pala De André di Ravenna delegazioni da tutto il mondo con ragazzi con disabilità sensoriali, permettendo loro di partecipare attivamente a discipline sportive quali il judo, il nuoto, l’atletica leggera.

Sempre in continuità con l’attività degli ultimi anni sono proseguiti con successo numerosi altri progetti: ‘A toy for a children’, per la fornitura di giocattoli e altri beni di consumo nei territori del Libano e dell’Afghanistan presidiati da truppe italiane; l’ippoterapia per bambini e ragazzi con disabilità, in collaborazione con il Circolo ippico ‘La piramide’; le iniziative legate al giardinaggio, attraverso il corso invernale ‘Vestiamo la città’ e nell’ambito del progetto ‘Cervia Città Giardino’, attraverso il sostegno dato a Casa Novella.

Ultima in ordine di tempo, l’adesione all’iniziativa ‘Buoni per tutti’, realizzata in collaborazione con il Lions di Lugo e le associazioni di categoria Ascom Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e CNA. Si tratta di un’occasione di solidarietà attraverso la quale è possibile versare in un apposito conto corrente un contributo che sarà destinato all’acquisto di buoni per persone o famiglie non abbienti residenti nel territorio della Bassa Romagna. L’ente caritatevole individuato per coordinare e gestire questa iniziativa è l’Opera di San Vincenzo De Paoli. Il conto corrente nel quale chiunque può versare un contributo è IT31A0854223800020000267647.

‘Probabilmente non tutti conoscono a fondo le iniziative di solidarietà portate avanti dal nostro Club – ha sottolineato il presidente Paolo Contarini -. Per questo vogliamo ricordare che la nostra non è un’associazione chiusa su sé stessa, ma totalmente protesa al servizio della comunità. I valori a cui aderiamo si fondano infatti sull’aiuto del prossimo, un’etica che mettiamo in pratica attraverso azioni umanitarie, sociali e culturali, sia a livello locale, sia a livello nazionale e internazionale. Tutti i progetti che sosteniamo sono possibili grazie alla generosità dei nostri soci, e colgo l’occasione per ringraziare tutti gli iscritti al Rotary Club di Lugo: è grazie all’impegno di ogni singolo, infatti, che riusciamo a costruire azioni che ci legano fortemente a un territorio che amiamo e per il quale cerchiamo sempre di dare il nostro meglio’.

 

Ti potrebbe interessare anche...