Ravenna. La stagione 2016 dell’Accademia Bizantina parte dai più prestigiosi teatri del mondo.

Ravenna. La stagione 2016 dell’Accademia Bizantina parte dai più prestigiosi teatri del mondo.
Accademia Bizantina Ravenna

RAVENNA. Parte da tre fra i più prestigiosi teatri del mondo il 2016 di Accademia Bizantina. A gennaio infatti l’ensemble diretto dal Maestro Ottavio Dantone sarà alla Festspielhaus di Baden Baden (8 gennaio), alla Wiener Konzerthaus di Vienna (9 gennaio) e al Théâtre des Champs-Élysée di Parigi (11 gennaio) assieme alla celebre soprano Olga Peretyatko.

Dopo la straordinaria accoglienza ricevuta nel 2015 a Brema per lo spettacolo dedicato a Gioachino Rossini, uno dei più grandi operisti della storia della musica, la stessa formazione proporrà al pubblico europeo un nuovo programma del compositore pesarese dal titolo Rossini on tour.

Saranno eseguite arie e parti strumentali tratte dalle più grandi opere di Rossini. Si andrà dalle più note al grande pubblico, come Il barbiere di Siviglia e Semiramide, a opere forse meno conosciute ma di enorme pregio artistico come Il viaggio a Reims, Il signor Bruschino, Tancredi, Il Turco in Italia, Matilde di Shabran.

Peretyatko soprano

A dirigere Accademia Bizantina al fortepiano sarà il Maestro Ottavio Dantone. L’ensemble sarà affiancato dalla straordinaria voce di Olga Peretyatko, acclamata soprano di San Pietroburgo.

Per Accademia Bizantina saliranno sul palco: Alessandro Tampieri, Andrea Rognoni, Boris Begelman, Lisa Ferguson, Maria Grokhotova, Ayako Matsunaga (primi violini); Ana Liz Ojeda, Ulrike Fischer, Mauro Massa, Rossella Croce, Heriberto Delgado (secondi violini); Diego Mecca, Alice Bisanti, Claudio Andriani (viole); Emmanuel Jacques, Paolo Ballanti, Alessandro Palmeri (violoncelli); Gianni Valgimigli, Luca Bandini (contrabbassi); Magdalena Karolak, Rei Ishizaka (oboi); Giulia Genini, Alessandro Nasello (fagotti); Marcello Gatti, Marco Brolli (flauto dolce); Jeroen Billiet, Serge Desautels (corni); Luca Marzana, Jonathan Pia (trombe); Tindaro Capuano, Danilo Zauli (clarinetti); Danilo Grassi (timpano).

Per informazioni:

info@accademiabizantina.it, www.accademiabizantina.it, tel. 0545 61208 Facebook: Accademia Bizantina Crew

Accademia Bizantina

L’Accademia Bizantina nasce a Ravenna nel 1983 con l’intento programmatico di ‘fare musica come un grande quartetto’. Oggi come allora, il gruppo è gestito in modo autonomo dai propri componenti custodi e garanti di quell’approccio interpretativo cameristico che lo ha sempre contraddistinto.

Molte le personalità di spicco del mondo musicale che ne hanno sostenuto la formazione e la crescita: Jorg Demus, Carlo Chiarappa, Riccardo Muti, Luciano Berio e Stefano Montanari che per oltre vent’anni è stato parte del gruppo. Specializzato nel repertorio musicale del XVII, XVIII e XIX secolo, forte dell’utilizzo di strumenti originali, l’ensemble ha conquistato un posto di rilievo nelle preferenze tra pubblico e critica.

Ottavio Dantone entra a far parte stabilmente del gruppo nel 1989 in qualità di clavicembalista e nel 1996 viene nominato direttore musicale e artistico divenendo il garante del prestigio e della qualità artistica dell’ensemble.

Nel corso dell’ultimo ventennio, proprio come in un ‘mosaico bizantino’, la competenza, la fantasia e la raffinatezza di Dantone sono andate fondendosi con l’entusiasmo e la complicità artistica di ogni singolo strumentista del gruppo dando corpo e sostanza a interpretazioni che hanno permesso all’orchestra di essere accreditata come uno dei più prestigiosi ensemble del panorama musicale internazionale.

Le nuove produzioni per il 2016 che vedranno l’ensemble di Ravenna e il direttore Ottavio Dantone come protagonisti sui palcoscenici internazionali sono L’incoronazione di Dario di Vivaldi, Alcina e Belshazzar di Händel e l’Arte della Fuga di Bach.

Ti potrebbe interessare anche...