Cervia. Calcio femminile. Le ragazze del Riviera di Romagna aprono l’anno con una sconfitta a Tavagnacco.

Cervia. Calcio femminile. Le ragazze del Riviera di Romagna aprono l’anno con una sconfitta a Tavagnacco.
erika ferrara Riviera Romagna calcio femminile

CERVIA. Trasferta amara per la Riviera di Romagna, tornata a casa da Tavagnacco con una sconfitta nell’ottava giornata di serie A (3-0), la prima del nuovo anno dopo la sosta di tre settimane per le festività natalizie: una sfida che le romagnole hanno affrontato con qualche importante defezione, ma nella quale non sono mancati impegno e grande determinazione da parte delle ragazze scese in campo, purtroppo non sufficienti per arginare il Graphistudio, che nella prima frazione ha messo a segno due reti nei primi venti minuti con Parisi e Zuliani, chiudendo di fatto i conti negli istanti conclusivi prima del riposo con il terzo gol messo a segno da Del Stabile; nelle fila giallo-rosso-blù esordio da titolare in campionato per il giovane centrocampista Erika Ferrara, classe 1999, che ha disputato una buona gara.

Erika, contro il Graphistudio Tavagnacco hai fatto il tuo esordio da titolare in maglia giallo-rosso-blù: che partita è stata? Si poteva fare qualcosa di più per evitare la sconfitta?

‘Sicuramente per me è stato un esordio da titolare non felice, visto che contro il Graphistudio Tavagnacco è arrivata una sconfitta, anche se a livello personale penso di aver giocato discretamente e sicuramente ho dato tutto quello che avevo per cercare di evitare questo ko: certamente sia io che le mie compagne potevamo fare qualcosa di più, ma a mio parere l’impegno e la voglia di vincere non sono mancate, ma eravamo prive di alcuni elementi importanti che avrebbero potuto fare la differenza e con il loro contributo forse la gara avrebbe potuto avere un esito diverso’.

Per te questa è la prima stagione in serie A e anche il primo anno lontano da casa, anche con gli studi della scuola superiore che stai svolgendo in Romagna: come sta andando sinora il tuo ‘ambientamento’ alla Riviera di Romagna? Il campionato di serie A è come te lo aspettavi?

‘Allora, sicuramente il campionato di serie A è l’élite del calcio femminile nazionale ed ovviamente sapevo che sarebbe stato molto difficile passare da una formazione primavera alla massima serie e la differenza si sente, perché qui i ritmi sono molto elevati e le squadre sono organizzate, ben preparate e ci sono tante giocatrici di ottimo valore: da parte mia, comunque, mi sono ambientata benissimo alla Riviera di Romagna, ho trovato un ottimo staff, un gruppo fantastico, ho legato con tutte le compagne ed anche gli studi lontano da casa stanno andando bene’.

Nelle prossime sfide affronterete Pink Bari in trasferta e Vittorio Veneto in casa, due gare molto importanti per la permanenza nella massima serie: che partite ti aspetti?

‘Ci attendono due partite fondamentali, in cui dobbiamo cercare assolutamente di fare punti, possibilmente di vincere, contro due avversarie come Pink Bari e Vittorio Veneto che in questo momento si trovano più o meno nella nostra stessa situazione di classifica: sicuramente mi attendo due gare difficili, intense, nelle quali dovremo dare il meglio di noi stesse per riuscire a portare a casa punti importanti per la nostra classifica, ma comunque pensiamo una partita alla volta e prepariamoci bene per affrontare il Pink Bari, dove dovremo scendere in campo con la testa giusta per portare a casa la vittoria’.

Ti potrebbe interessare anche...