Faenza. Al liceo classico Torricelli la ‘notte bianca’ per promuovere il valore degli studi classici.

Faenza. Al liceo classico Torricelli la ‘notte bianca’ per promuovere il valore degli studi classici.
Studenti, foto di repertorio

FAENZA. Venerdì prossimo 15 gennaio dalle 18 alle 24, con il patrocinio del Comune di Faenza, si svolgerà al Liceo Classico Torricelli di Faenza ‘La notte bianca’. L’iniziativa nazionale, alla sua seconda edizione, è nata dalla idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco del Liceo Classico di Acireale (Catania): 240 Licei Classici italiani saranno aperti dalle 18 alle 24 per promuovere il valore formativo degli studi classici e sfatare vecchi e nuovi pregiudizi sull’onda delle polemiche che negli ultimi anni hanno investito lo storico indirizzo di studi della scuola italiana. Una notte fatta di letture, musica, danza, recitazione, mostre di ogni genere per dimostrare che il Liceo Classico è vivo più che mai, altro che lingue morte! L’iniziativa non consiste in una serie di pedanti disquisizioni sulla cultura classica, ma in eventi accessibili a tutti, anche a chi pensa di avere poca dimestichezza con gli studi umanistici e con il Greco e il Latino.

Lo storico palazzo di via Santa Maria dell’Angelo 1 aprirà le porte alla cittadinanza, invitata ad assistere ad una lunga serie di performance. Il programma della serata, consultabile sul sito www.liceo Torricelli.it, offre numerose occasioni di divertimento culturale che vedranno protagonisti allievi ed ex-allievi , docenti in servizio ed in pensione, nonché numerose realtà culturali faentine che hanno aderito con entusiasmo alla iniziativa: la mostra “Paesaggio di Romagna” che raccoglie quadri del prof. Giovanni Pini e fotografie di Andrea S.Neri, il dialet-kabaret di Renzo Bertaccini, Gilberto Casadio e Giovanni Nadiani, la chiacchierata con lo scrittore Cristiano Cavina, manga giapponesi e libri di filosofia, momenti di teatro, letture di Dante ed autori latini e greci, curiosità sulla storia del Liceo, musica classica, rock e d’autore (un Gaber ‘classico’ ai più sconosciuto) e balletti curati da Dance Studio e Faenz’a Danza. Al termine della serata, in contemporanea in tutti i Licei aderenti alla iniziativa saranno letti alcuni versi dell’Iliade.

Sarà una notte intensa in cui scoprire che il crepuscolo che sembra avvolgere gli studi classici è in realtà un’alba densa di fermenti e feconde prospettive.

Ti potrebbe interessare anche...