Cervia. Riviera di Romagna. Terza vittoria consecutiva e secondo incontro di file senza incassare reti per il portiere Tasselli.

Cervia. Riviera di Romagna. Terza vittoria consecutiva e secondo incontro di file senza incassare reti per il portiere Tasselli.
sabrina tasselli Riviera di Romagna calcio femminile

CERVIA. Ci ha preso gusto la Riviera di Romagna, che sabato scorso ha centrato la seconda vittoria consecutiva nello scontro diretto interno giocato con il Permac Vittorio Veneto (1-0), valido per la decima giornata di serie A, bissando la vittoria corsara ottenuta sette giorni prima sul terreno del Pink Sport Time: tre punti molto importanti per la compagine giallo-rosso-blù, che nel finale di prima frazione siglava il gol partita con un calcio piazzato dal limite di Anna Innerhuber e nella ripresa, con le trevigiane prima in dieci e poi in nove per i rossi a Virgili e Da Ros ma comunque mai dome, sciupava tante occasioni davanti alla porta ospite, con l’estremo ospite Reginato che si rendeva protagonista di alcuni interventi decisivi, tenendo in partita le venete sino al termine della gara; secondo incontro di fila senza incassare reti per il portiere Sabrina Tasselli, tornata a vestire la maglia giallo-rosso-blù nel mercato di dicembre dopo la breve esperienza all’Atletico Oristano, che assieme alle compagne Alice Pignagnoli e alla giovane Alessia Vio forma un reparto di numeri uno di ottimo livello.

Sabrina, contro il Vittorio Veneto è arrivata la seconda vittoria di fila, importantissima per la classifica: che partita è stata quella contro la formazione trevigiana?

‘E’ stata una partita nella quale a noi servivano assolutamente i tre punti e siamo riuscite a portarli a casa, contro un avversario che ha dimostrato grande carattere, continuando a lottare nonostante fossero rimaste prima in dieci a fine primo tempo e poi in nove a metà ripresa, ma noi sicuramente potevamo chiudere prima la partita perché abbiamo creato tante occasioni e non siamo riuscite a concretizzarle, tenendo in bilico il risultato sino alla fine, anche se poi nella ripresa di fatto siamo comunque state molto attente ed abbiamo concesso una sola occasione alle nostre avversarie’.

Sei rientrata alla Riviera di Romagna nel mercato invernale dopo la breve esperienza all’Atletico Oristano in serie B, in un reparto di ottimo livello che oltre a te comprende anche Alice Pignagnoli e la giovane e sfortunata Alessia Vio, che in settimana sarà operata al legamento crociato del ginocchio destro: com’è il tuo rapporto con le colleghe di reparto?

‘Il mio rapporto con le mie colleghe di reparto è molto buono: diciamo che con Alessia non ho mai avuto modo di allenarmi visto che quando sono tornata alla Riviera di Romagna lei si era già infortunata, mentre con Alice c’è una sana rivalità sportiva, ma mi trovo molto bene, inoltre i rapporti sono ottimi anche con le altre compagne e con i membri dello staff, sia quelli che già conoscevo, sia gli altri che ho trovato quest’anno per la prima volta’.

Sabato affronterete il Brescia, reduce dal pari sul terreno del Pink Sport Time, nella sfida che chiuderà il girone di andata: pensi riuscirete a strappare un risultato positivo anche contro le Rondinelle?

‘Sicuramente sarà una partita molto difficile, sia per il valore delle nostre avversarie, che lottano per vincere il campionato e dispongono di un organico di ottimo livello, sia perché sono reduci dal pari conquistato sul terreno del Pink Sport Time e sicuramente saranno molto arrabbiate per aver perso l’occasione di andare in testa alla classifica: da parte nostra sappiamo che ci attende una gara molto impegnativa, ma saliremo a Brescia per fare la nostra partita, sfruttando le nostre qualità per provare a metterle in difficoltà e cercare di portare a casa un risultato positivo’.

A proposito del giro di boa, a questo punto della stagione, questo è certamente il campionato più combattuto degli ultimi anni sia in vetta, con 4 formazioni racchiuse in soli 2 punti ed anche in coda con 7 squadre raccolte in 8 punti: tra le pretendenti al titolo, qual è a tuo parere quella meglio attrezzata? Invece, viste le rivali per la corsa salvezza, quante possibilità credi abbia la Riviera di Romagna di centrare la permanenza in serie A?

‘Per quel che riguarda la vetta della classifica, quest’anno ci sono quattro formazioni di grande livello che più o meno si equivalgono nei valori e certamente lotteranno sino alla fine per la vittoria dello scudetto ma, dovendo scegliere, la mia favorita è il Brescia, che a mio modo di vedere è molto ben equilibrata in tutti i reparti, con l’unico punto interrogativo del doppio impegno in Champion’s League contro il Wolfsburg nei quarti di finale, che certamente gli porterà via tante energie fisiche e mentali, anche se mi pare capiti durante la pausa del campionato. In coda, invece, la situazione è più o meno simile, con 5-6 formazioni che lotteranno per conquistare la permanenza in serie A e sono convinta che noi abbiamo tutte le carte in regola per centrare il nostro obiettivo, perché ci sono in rosa tante giovani brave e con entusiasmo e giocatrici di valore, con esperienza in serie A, per cui dobbiamo restare concentrate, allenarci al massimo e lottare sino alla fine per fare più punti possibili e rimanere in serie A’.

Dopo la doppia amichevole in Cina di inizio dicembre non sei stata convocata per lo stage della scorsa settimana con la Nazionale azzurra, che riprenderà il suo cammino europeo dalla difficile sfida del prossimo 9 aprile sul terreno della Svizzera: quanto ci tieni a proseguire il tuo percorso con la maglia azzurra? Quante chances ci sono secondo te per l’Italia di ‘vendicare’ il ko della gara di andata, ma soprattutto di qualificarsi per la fase finale dei Campionati Europei che si disputeranno il prossimo anno in Olanda?

‘Per quel che mi riguarda, ci tengo molto alla maglia azzurra, sono a disposizione del Commissario Tecnico e mi alleno con il massimo impegno per farmi trovare pronta per eventuali prossime convocazioni, mentre per quel che concerne i prossimi impegni della Nazionale, devo dire che la sconfitta per 3-0 contro la Svizzera nella gara di andata giocata a Cesena è stata sicuramente un po’ troppo pesante, perché loro hanno dimostrato di essere un’ottima formazione, ma i tre gol di differenza e mio modo di vedere non ci stavano: sarà una sfida molto difficile, ma ce la possiamo giocare, così come secondo me la nostra Nazionale ha le qualità per qualificarsi per la fase finale degli Europei in Olanda del prossimo anno’.

Ti potrebbe interessare anche...