Faenza. Un defibrillatore in tutte le palestre. Questo il progetto dell’amministrazione comunale.

Faenza. Un defibrillatore in tutte le palestre. Questo il progetto dell’amministrazione comunale.
Defibrillatore a mano ( foto di repertorio)

FAENZA. Come è noto, il defibrillatore è un’apparecchiatura salvavita, capace di intervenire sulle pareti muscolari del cuore tramite scariche elettriche in caso di arresto cardiaco. La mancanza di tale dispositivo è stata al centro di tristi casi di cronaca nazionale relativi alla morte in campo di giovani atleti, ponendo all’attenzione il tema della salvaguardia della salute e della vita stessa durante l’attività sportiva.

Saranno 16 in tutto, i nuovi dispositivi installati prossimamente in altrettante palestre faentine; di questi 14 saranno acquistati direttamente dall’Amministrazione comunale per un costo complessivo di circa 15.000 euro, mentre due saranno donati dal Gruppo ‘Villa Maria Care & Research’.

Con il transito di migliaia di cittadini impegnati quotidianamente nella pratica sportiva sia a livello amatoriale che agonistico, le palestre sono luogo privilegiato per l’installazione dei defibrillatori. In caso di emergenza, saranno a disposizione non solo degli atleti, ma anche di coloro che si trovano nei pressi dell’immobile, in particolare studenti e personale scolastico, potenziando in maniera significativa le opportunità di primo soccorso.

La decisione di dotare tutte le palestre di nuovi defibrillatori consentirà inoltre di adempiere al decreto ‘Balduzzi’ del 2013, che ha disposto per tutte le società sportive professionistiche e dilettantistiche l’obbligo di dotarsi di defibrillatori semiautomatici. Tale obbligo scatterà a partire dal 20 luglio 2016, con la possibilità per le società sportive che utilizzano i medesimi spazi per le proprie attività, di condividere lo stesso dispositivo.

‘La dotazione dei defibrillatori negli impianti sportivi - dichiara il Sindaco Giovanni Malpezzi – non sarebbe competenza specifica del Comune. Nonostante ciò siamo voluti intervenire direttamente perchè la salvaguardia della salute di coloro che praticano sport è un investimento di salute pubblica che non poteva in alcun modo attendere. Avere a portata di mano un defibrillatore al momento giusto può salvare una vita’.

‘L’acquisto dei defibrillatori a beneficio delle società sportive – aggiunge l’ Assessore allo sport Claudia Zivieri – rappresenta un riconoscimento concreto al loro prezioso lavoro,  soprattutto nei confronti dei ragazzi. Un impegno quotidiano di tantissimi volontari dal grandissimo valore educativo e sociale’.

‘Infine – conclude l’Assessore – corre l’obbligo di alcuni ringraziamenti. Al Gruppo Villa Maria per il fattivo supporto dimostrato in questa occasione, e all’Associazione ‘Amici della cardiologia’ che da anni svolge una grande opera di sensibilizzazione sull’importanza delle prevenzione delle cardiopatie, e che, per prima, si è adoperata negli anni per la raccolta di fondi destinati all’acquisto di numerosi defibrillatori donati alla comunità’.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...