Faenza. Incontro a Brisighella del progetto ‘L’unione fa la forza’. I giovani hanno incontrato gli amministratori.

Faenza. Incontro a Brisighella del progetto ‘L’unione fa la forza’. I giovani hanno incontrato gli amministratori.
Brisighella

FAENZA. Mercoledì 27 gennaio scorso, alle ore 21.00, presso il municipio di Brisighella si è svolto un incontro fra amministratori dei Comuni dell’Unione della Romagna Faentina e giovani fra i 16 e i 35 anni residenti nei sei comuni dell’Unione, nell’ambito del progetto ‘L’Unione Fa la Forza’.

Il progetto si propone di coinvolgere i giovani di questa fascia di età, residenti nel territorio della Romagna Faentina (Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme, Solarolo), nell’ideazione e organizzazione di una serie di momenti per favorire la partecipazione e l’inclusione sociale, culturale e lavorativa dei giovani nei contesti in cui vivono.

Nello specifico l’incontro di mercoledì ha visto protagonisti il gruppo di 17 giovani che ha partecipato al percorso formativo proposto dal progetto per diventare loro stessi promotori di partecipazione.

È stato un momento importante di confronto e condivisione della mission del progetto, fra i referenti politici e i giovani che in esso stanno cimentandosi sul campo.

Nell’incontro si è fatto il punto sullo stato di avanzamento del progetto, le risorse e le prospettive future per dare continuità ai percorsi iniziati. I giovani hanno inoltre avuto l’opportunità di rivolgere molte domande su questi aspetti agli amministratori. Sul piano operativo “L’Unione Fa la Forza” è entrato nella sua seconda fase: dopo il momento formativo conclusosi a dicembre 2015, dedicato allo studio e alla sperimentazione delle più moderne tecniche partecipative, da gennaio 2016 è infatti iniziato il lavoro sul campo.  I partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro in base al Comune di residenza, sono infatti impegnati in project work nei quali stanno ideando veri e propri percorsi partecipativi rivolti ai coetanei.

L’esito previsto per questa seconda fase è la realizzazione di dodici eventi (due per ogni Comune coinvolto), finalizzati alla raccolta di proposte per lo sviluppo delle politiche giovanili nel territorio dell’Unione.

Ha moderato l’incontro Fabio Anconelli, sindaco di Solarolo con delega alle Politiche giovanili per l’Unione della Romagna Faentina, il quale ha anche sottolineato che durante lo sviluppo del progetto ci saranno altri momenti di incontro e confronto con i ragazzi, come quello di Brisighella.

Per ulteriori informazioni sul progetto consultare il sito: unionefaforza.wordpress.com.

 

Ti potrebbe interessare anche...