Faenza. Riscaldamento. Riduzione inquinamento atmosferico. Abbassamento delle temperature degli impianti.

Faenza. Riscaldamento. Riduzione inquinamento atmosferico. Abbassamento delle temperature degli impianti.
Il Comune di Faenza. Immagine di repertorio.

FAENZA. Nel periodo compreso tra il 04/02/2016 e il 09/02/2016

1. la riduzione delle temperature di almeno un grado centrigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a un massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a un massimo di 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali e artigianali). Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cure, le scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive;

2. il divieto di utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato, altro) in sistemi di combustione del tipo camino aperto, nelle unità immobiliari dotate di sistemi riscaldamento multi – combustibile;

3. il potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti sulla base delle limitazioni della circolazione in vigore.

AVVERTE

• in caso di inosservanza di quanto prescritto dalla presente ordinanza, si procederà nei confronti dei responsabili a norma di legge nella misura compresa tra € 25,00 e € 500,00, ai sensi dell art. 7.bis del T.U.E.L. D.Lgs. 267/2000;

• la sanzione sarà comminata in solido al trasgressore e al soggetto che abbia titolo per disporre legittimamente del sito ove accertata l’inadempienza.

• resta in vigore l’ordinanza sindacale n. 29 del 30/09/2015;

• per l’esecuzione, la vigilanza, l’irrogazione e l’accertaemnto delle sanzioni sull’osservanza alle disposizioni della presente ordinanza, provvedono la Polizia Municipale, nonché gli agenti ed ufficiali di polizia giudiziaria come individuati dalla normativa vigente;

• il presente provvedimento sarà reso noto a mezzo pubblicazione all’albo pretorio, mediante comunicati stampa e pubblicazione sul sito del Comune di Faenza;

AVVISA

• Entro sessanta giorni avverso il presente provvedimento è ammesso il ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale dell’Emilia Romagna, in via alternativa, entro 120 giorni dalla data di affissione del presente atto all’Albo Pretorio del Comune di Faenza, è ammesso il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

Ti potrebbe interessare anche...