Verucchio. Al teatro Pazzini questa sera alle 21,00 va in scena la Bisbetica Domata.

Verucchio. Al teatro Pazzini questa sera alle 21,00 va in scena la Bisbetica Domata.
FB_20150409_08_44_57_Saved_Picture

Verucchio (RN). Sabato 6 febbraio ore 21,00 al Teatro Pazzini, nell’ambito della rassegna teatrale ‘Vista sul palco’ promossa ed organizzata dall’associazione Verucchio Teatri e Musiche in collaborazione con il comune di Verucchio assessorato alla cultura, nell’ambito della programmazione della Rete dei Teatri della Valmarecchia, con la direzione artistica di Gianluca Venturini ed Eliana di Biase, va in scena il secondo dei dieci appuntamenti di cartellone ovvero una delle commedie più classiche del repertorio di W. Shakespeare: ‘La bisbetica domata’, realizzata dalla compagnia Les Enfants Rouges, per la regia di Francesco Anello che ne firma anche la rielaborazione e l’adattamento. La commedia “La bisbetica domata” appartiene al primo periodo, ovvero il cosiddetto “sperimentale”, della produzione teatrale di Shakespeare. Essa appare, pubblicata a stampa, per la prima volta nell’infolio del 1623. Scritta sia in prosa che in versi, intorno al 1591/92, fu rappresentata per la prima volta nel 1593. Non mancano neltesto, così come nell’adattamento della Compagnia “Les Enfants Rouges”, elementi comici tipici del teatro elisabettiano. La struttura della commedia è basata sul tipico gioco del “teatro nel teatro”: un’introduzione crea il presupposto, la cosiddetta “cornice”, per una vicenda “interna” alla situazione da essa creata volutamente. La vicenda è ambientata a Padova alla fine del XVI secolo e narra la storia di due sorelle: Caterina e Bianca. Per il divieto del padre, che nella rielaborazione teatrale del regista Francesco Anello è una madre, Bianca non può sposarsi finché la sorella maggiore non avrà trovato marito, ma Caterina ha un carattere terribile e nessuno la vuole in moglie. Sarà Petruccio a sposarla, dopo un corteggiamento alquanto bizzarro, permettendo così a Bianca di sposare Lucenzio.
La Compagnia “Les Enfants Rouges” costituita da attrici ed attori giovani, si cimenta in questa opera classica, una commedia tra le più famose e divertenti dello scrittore inglese, dopo un percorso costellato di tanti successi. La Compagnia “Les Enfants Rouges” nasce ad Atri (TE) nel Luglio 2013 alla fine di un percorso laboratoriale iniziato quattro anni prima. Il gruppo é formato da Nicole Giuliani Annaritade Felicibus Angelica di Pancrazio Norma di Felice Veronica Petraccia e GiampieroMargiovanni.
Nell’ambito di questo laboratorio i futuri componenti della compagnia hanno lavorato a vari spettacoli: “La cantatrice calva” di E. Jonesco, “Il povero Piero”, commedia dell’assurdo di A. Campanile , “Trappola per topi”, giallo di A. Christie e “Patria”, Spettacoli patrocinati dal Teatro Stabile dell’Aquila e dal Comune di Atri. Il nome della compagnia prende spunto dal nome di un antico orfanotrofio di Parigi che vestiva di rosso i suoi piccoli e sfortunati ospiti in segno di carità. Nella percezione di appartenere ad una generazione orfana della madre cultura gli attori desiderano cercarla in loro stessi e trasmetterla, tramite il teatro che considerano la più alta espressione della letteratura, della storia, della società e della creatività, ad ogni “orfano” che sia pronto ad accoglierla, convinti che l’essenza del teatro non risieda nello spettacolo teatrale ma in un percorso di crescita umana e intellettiva che conduca ad una sempre nuova consapevolezza di sé.
La rappresentazione ha inizio alle ore 21.00

Ingresso € 12,00 – Ridotto € 8,00 Ridotti: fino a 12 anni e oltre i 65 anni, YoungER Card.
Per Info Teatro E. Pazzini, via S. Francesco, 12 tel. 0541.670168 / 334.1612868.

Ti potrebbe interessare anche...