Riccione. Pubblica illuminazione: la Giunta da il via libera ad un accordo binario con il gestore.

Riccione. Pubblica illuminazione: la Giunta da il via libera ad un accordo binario con il gestore.
Pubblica-illuminazione-esterna.-Immagine-di-repertorio

RICCIONE.  Sarà la procedura di un accordo bonario con il gestore, la modalità più celere ed economica, a definire la risoluzione delle controversie relative al contratto di pubblica illuminazione tra il Comune di Riccione ed Hera Luce Srl.   La Giunta Comunale ha dato il via libera alla proposta di attivazione della procedura che dovrebbe dirimere un contenzioso che si protrae da diversi anni, a seguito del passaggio da Geat ad Hera nel 2003, del contratto di manutenzione e fornitura di energia elettrica per gli impianti di pubblica illuminazione e di un accordo successivo integrativo stipulato nel 2009.

Ad oggi, per la differente interpretazione  di alcune clausole contrattuali inerenti la quantificazione del calcolo di energia effettivamente consumata e alla definizione dei conguagli, l’Amministrazione tramite il tentativo di accordo bonario, auspica di pervenire ad un esito positivo nella prosecuzione del servizio di pubblica illuminazione con l’ente gestore.  Al risparmio energetico con un dimezzamento dei costi sull’energia elettrica si ispira inoltre il Piano Luce inserito nella variante al Regolamento Urbanistico Edilizio, di imminente approvazione in Consiglio Comunale, che prevede la sostituzione degli impianti di pubblica illuminazione con la sostituzione di punti luce a led.Una pianificazione generale della città con evidenti e positive ripercussioni in termini ambientali ed economici che risulterà ancora più efficace con la definizione di un accordo bonario sull’attuale impianto di pubblica illuminazione.

Ti potrebbe interessare anche...