Conselice. La città si trasforma nel ‘Boysteland’ con il tradizionale carnevale di San Grugnone.

Conselice. La città si trasforma nel ‘Boysteland’ con il tradizionale carnevale di San Grugnone.
San Grugnone carnevale Conselice carri allegorici

CONSELICE. A tre anni dal centenario della nascita, il carnevale del Grugnone ritorna puntuale nel primo giorno di Quaresima, mercoledì 10 febbraio, con i suoi carri mascherati e il Boyn’steland: il piccolo Stato immaginario completo di re e dignitari con la pancia piena.

Come da tradizione, mercoledì saranno loro alle 14 ad aprire il carnevale conselicese con la visita alle colonie e alle campagne, tra banchetti carichi di vino, dolci in quantità e la musica di un’orchestrina al seguito. Solo al tramonto, verso le 17 il corteo reale approderà di nuovo in piazza Foresti, per il saluto del Pangiagleba e dei dignitari, tra le bancarelle e in una grande atmosfera di festa. La sera ballo in maschera al Planet Kart, con la musica di Angela B e il suo gruppo e premi in natura alle maschere migliori.

Domenica 20 febbraio alle 15 il centro di Conselice sarà il teatro di un corso mascherato con musica e folklore con la Banda di Monselice e le sue majorettes e le ballerine brasiliane del corpo di ballo di Andrea Martins, direttamente dal Sambadromo di Rio De Janeiro. Presenta sul palco il comico Sgabanaza. In caso di maltempo il corso sarà rinviato a domenica 28 febbraio alle 15.

Giunto alla sua 87esima edizione, il carnevale conselicese riporta puntualmente il pubblico dentro la sua storia ricca di aneddoti curiosi, di come seppe sopravvivere al ‘ventennio’ e di come riprese vigore nel dopoguerra con i balli in maschera e il grande corso mascherato della domenica.

Ti potrebbe interessare anche...