Forlì-Cesena. A scuola di risparmio energetico con il Progetto Scuola Artigianato CNA.

Forlì-Cesena. A scuola di risparmio energetico con il Progetto Scuola Artigianato CNA.
CNA Forlì-Cesena scuola risparmio energetico

FORLI’.CESENA. Dopo il successo della prima edizione, torna a Cesenatico e Savignano il Progetto Scuola Artigianato di CNA. Grazie a un laboratorio pratico, 125 studenti potranno cimentarsi con una telecamera termica per imparare il risparmio energetico.

Il progetto è stato presentato lunedì 8 febbraio a Cesenatico, in una conferenza stampa a cui hanno partecipato Marco Gasperini e Marco Lucchi, rispettivamente presidente e responsabile di CNA Est Romagna; Diego Prati, responsabile di CNA Installazione Impianti e i dirigenti degli istituti coinvolti: Maria Stella Grandi per la scuola ’Dante Arfelli’ di Cesenatico e Domenico Guarracino dell’istituto ‘Giulio Cesare’ di Savignano. Presenti anche i docenti Stefano Viroli eAlfio Mezzanotti, per la scuola Arfelli, che seguiranno i ragazzi nella produzione dei lavori.

Il progetto, che è alla sua seconda edizione in questa realtà, ha come titolo ‘La Rigenerazione urbana entra in classe’. A questo tema CNA che ha dedicato da alcuni anni uno specifico progetto, che ha coinvolto imprese, cittadini e istituzioni a vari livelli. E dalla prossima settimana arriva anche al mondo della scuola, grazie a un laboratorio sviluppato in ciascuna classe dagli esperti di CNA.

Obiettivo del progetto è diffondere l’informazione e la consapevolezza in materia di risparmio energetico nelle costruzioni. Ai ragazzi, ad esempio, sarà spiegato come nel nostro territorio il 60% del patrimonio edilizio sia stato realizzato tra il 1945 e il 1981, quindi con tecniche di edificazione che non prevedevano l’applicazione di concetti e tecnologie di risparmio energetico, riduzione delle emissioni, contenimento dei consumi.

Per comprendere nella pratica di che cosa si tratta, i ragazzi potranno poi fare una vera e propria esperienza diretta, in cui verificare in modo tangibile, tramite l’uso di una telecamera termica, cosa significhi scoprire e ridurre ledispersioni energetiche, in questo caso di calore.

A partire da questo vissuto, i ragazzi svilupperanno sotto la guida degli insegnanti, in gruppi di classe, alcuni progetti multidisciplinari sulla rigenerazione urbana e il territorio, che saranno presentati a metà maggio e valutati da una commissione di tecnici ed esperti artigiani.

Le scuole coinvolte, che vedranno la partecipazione di 5 classi, per un totale di 125 studenti, sono la Scuola Secondaria di 1° grado ’Dante Arfelli’ di Cesenatico, con le classi 3 M e 3 A e B (Dirigente scolastica Maria Stella Grandi) e l’Istituto Comprensivo “Giulio Cesare” di Savignano, con le classi 3 A e 3 E (Dirigente scolastico Domenico Guarracino).

Tutti i progetti saranno premiati con un contributo economico alla scuola per l’acquisto di materiale didattico. Il progetto che si distinguerà per originalità, presentazione, attinenza alla filosofia del tema, territorialità, sarà  premiato con un contributo aggiuntivo. I premi saranno consegnati nel corso di una giornata conclusiva alla presenza dei dirigenti della CNA, delle scuole coinvolte e della autorità cittadine.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale, della Provincia di Forlì-Cesena e dei Comuni di Savignano e Cesenatico.     

 

 

Ti potrebbe interessare anche...