Ravenna. Inaugurato il giardino Cesare Folli, dirigente comunista e consigliere comunale.

Ravenna. Inaugurato il giardino Cesare Folli, dirigente comunista e consigliere comunale.
Ravenna giardino cesare folli

RAVENNA. L’area verde prospiciente via Lorenzo Miserocchi, a Ravenna, è stata intitolata questa mattina a Cesare Folli (Massa Lombarda 30 maggio 1921 – Ravenna  15 febbraio 2005); dirigente comunista, Folli è stato tra l’altro consigliere comunale, dal 1965 al 1979, e assessore a Sanità, Ambiente, Patrimonio.

Sono tra gli altri intervenuti il sindaco Fabrizio Matteucci, il presidente provinciale dell’Anpi Ivano Artioli, la presidente del consiglio territoriale Centro urbano Fiorenza Campidelli e la figlia di Cesare Folli, Emanuela.

Nella targa scoperta durante la cerimonia è riportata una citazione dello stesso Folli: ‘Si dice correntemente che la vecchiaia affina il ricordo degli eventi lontani. La pretesa è di consentire alle giovani generazioni di conoscere dalla diretta testimonianza degli artefici di questi episodi, ‘uomini in carne ed ossa’, le vicende eroiche e sublimi, piene di rischi, di aperte e sincere solidarietà, vissute da tanti protagonisti della lotta antifascista e della Resistenza, che hanno valso all’Italia nuova dignità di nazione libera, democratica ed indipendente’.

Nota biografica

Dirigente Comunista, è stato per diversi anni presso la Lega provinciale delle cooperative, prima addetto alla stampa, successivamente vice presidente dell’Associazione di produzione e lavoroE’ stato vice presidente della Federazione provinciale, poi segretario del Comitato comunale di Ravenna del Pci, fino all’inizio dell’anno 1950 ha ricoperto la carica di segretario del Comitato di Massa Lombarda del Pci. Segretario provinciale dell’Arci, consigliere comunale dal 1965 al 1979, poi assessore alla Sanità, Ambiente, Patrimonio. A settembre del 1979 è stato nominato commissario amministrativo dell’ex Amiu e suo vice presidente; nel 1986 ha fatto parte della segreteria dell’Anpi di Ravenna per otto anni presso la sezione Luigi Fuschini. Si è dimesso definitivamente da tutti gli incarichi politici tra il 2003 e il 2004.

 

Ti potrebbe interessare anche...