Riccione. L’associazione A.N.E.D ha donato una poltrona per dialisi al Centro di Riccione.

Riccione. L’associazione A.N.E.D ha donato una poltrona per dialisi al Centro di Riccione.
Donazione Riccione poltrona per dialisi

RICCIONE. La nuova poltrona viene donata dall’Associazione A.N.E.D. all’Unità Operativa di ‘Nefrologia e Dialisi’ dell’AUSL Romagna comparto di Rimini, e viene ora collocata presso il Centro Dialisi di Riccione.

L’Unità Operativa. Gli obiettivi generali dell’Unità Operativa diretta dal dottor Angelo Rigotti sono i seguenti.

In primis promuovere efficacemente l’assistenza ai pazienti portatori di malattie renali e delle loro complicanze e delle altre patologie che potrebbero essere responsabili della comparsa di malattie renali (principalmente ipertensione arteriosa e diabete mellito), partendo dal concetto fondamentale che la prevenzione della malattia renale deve essere il momento fondamentale della programmazione sanitaria e che solo l’accurata gestione della prevenzione e la precocità dell’intervento terapeutico potranno:

  • ridurre la comparsa delle malattie renali
  • rendere possibile precocemente la loro cura
  • rallentarne la progressione verso la fase terminale
  • trattare tempestivamente e con efficacia le complicanze cardiovascolari
  • ridurre (o quantomeno dilazionare nel tempo) la necessità di ricorrere ai trattamenti sostitutivi
  • garantire a tutti i pazienti idonei la possibilità di avere un trapianto renale in tempi brevi

Altro obiettivo, promuovere costantemente i momenti di incontro e l’attività didattica/formativa con i medici di famiglia e gli altri reparti, affinché possano inviare con appropriatezza allo specialista nefrologo i pazienti con potenziali malattie renali, garantendo una precoce gestione della prevenzione o del trattamento delle malattie. Sempre in quest’ottica, si provvede a promuovere momenti di incontro e di informazione verso i pazienti e le loro associazioni per renderli più consapevoli della malattia da affrontare, per facilitare la condivisione terapeutica e per ottenere una collaborazione costante anche nelle scelte e decisioni strategiche.

Quindi mantenere costanti livelli di aggiornamento e formazione per tutti i professionisti medici e paramedici dell’Unità Operativa, per ampliare le loro competenze e migliorare la qualità del lavoro e la loro soddisfazione professionale.

Il Centro Dialisi di Riccione è un C.A.L. (Centro dialisi ad Assistenza Limitata), ha 15 posti dialisi presso i quali sono dializzati 55 pazienti (la capienza potenziale è di 60 pazienti). Ha una dotazione di 12 infermieri professionali, 2 operatori socio sanitari e 2 medici che garantiscono a turno una presenza di 5 giorni alla settimana, un ambulatorio nefrologico settimanale per esterni, prenotabile a Cup e consulenze nefrologiche e dialitiche per l’Ospedale.

Annualmente l’Unità Operativa segue in modo continuativo, in presa in carico completa a livello provinciale, circa 400 pazienti con insufficienza renale cronica avanzata presso il proprio day-service effettuando oltre cento visite al mese; le visite complessivamente effettuate a livello ambulatoriale sono circa seimila l’anno cui si aggiungono oltre mille consulenze interne e i ricoveri sono circa 400. Circa trentunomila le dialisi effettuate annualmente in tutta la provincia, delle quali 250 per acuti, circa 650 per turisti, le altre programmate per pazienti residenti, che sono circa 200. Ancora, sono 136 i pazienti seguiti nel post-trapianto; sono 33 i pazienti in lista d’attesa per il trapianto e circa mille le visite effettuate, sempre ogni anno, dall’ambulatorio trapianti.

L’opera di A.N.E.D. (ASSOCIAZIONE NAZIONALE EMODIALIZZATI DIALISI E TRAPIANTO – ONLUS), Medaglia d’Oro al merito della Sanità Pubblica, dal 1972, si concentra su tre obiettivi principali: la prevenzione delle malattie renali, promozione del trapianto come cultura di vita, monitoraggio del buon  funzionamento dei centri dialisi ospedalieri. 

I delegati si attivano sul territorio con iniziative a supporto dell’attività nazionale (campagne: Una Scelta in Comune, tavoli espositivi in occasione della Giornata Mondiale Del Rene, etc.) e promuovendo iniziative locali. 

L’attività  principale è orientata al supporto e sostegno dei pazienti dializzati (ca. una cinquantina di pazienti del centro dialisi dell’ospedale di Riccione) per migliorare la qualità della terapia dialitica in ogni suo aspetto: ad esempio organizzando incontri con dietista, verificando e monitorando costantemente gli standard ospedalieri e della sede,  garantendo il diritto finora acquisito  di trasporto  e parcheggi gratuiti (e facilmente accessibili) presso il punto dialisi e perché no … anche una bella e comoda poltrona attrezzata …!!! 

La terapia dialitica, normalmente dura 4 ore, si effettua stando distesi su un letto, e ad alcuni pazienti questa posizione forzata per così tanto tempo può risultare scomoda. Così è nata l’idea di fornire al reparto di Riccione un’alternativa (la poltrona-letto dotata di bilancia e movimenti elettrocomandati) grazie alla collaborazione ed al supporto della ditta  ’5.9′, (chiamata così perché è risorta dalle ceneri del terremoto del 2012), che di recente ha acquisito il marchio Tassinari bilance,  e quindi , si occupa già della manutenzione e  delle attrezzature presenti in reparto.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...