Santarcangelo. La festa di carnevale rinviata per maltempo al prossimo 21 febbraio.

Santarcangelo. La festa di carnevale rinviata per maltempo al prossimo 21 febbraio.
piazza con ballerini

SANTARCANGELO. Ritorna il Carnevale a Santarcangelo! Domenica 21 febbraio, il 14° Corso Mascherato porterà, per un pomeriggio, un’ondata di allegria in tutta la città. Anche quest’anno la Festa è organizzata dal Comitato ‘Santarcangelo in Festa nel Carnevale’, in collaborazione con la Parrocchia della Collegiata e la Pro Loco e con il patrocinio del Comune.

Anche questa edizione si preannuncia come uno degli eventi più divertenti dell’inverno romagnolo per la sua capacità di coinvolgere nutriti gruppi di protagonisti ed un largo pubblico da tutto il territorio. Con la sua simpatia, un po’ naif, un po’ stravagante, è diventato la festa di tutti e, proprio da questo spirito prende il nome di Santarcangelo in Festa nel Carnevale.

Il Corteo si svolgerà sul percorso già sperimentato negli anni passati, con il ritrovo iniziale e la partenza lungo Viale Marini, mentre l’Area Campana sarà utilizzata come parcheggio custodito per il pubblico. Il serpentone colorato, poi, si snoderà per Via Garibaldi, attraversando Piazza Ganganelli. Si prosegue per Piazza L. Marini e Via A. Costa per girare in Via Cavour e Via Don Minzoni e sbucare di nuovo in Via Garibaldi. Dopo un altro giro il Corteo arriverà in Piazza Ganganelli per il gran finale.

 L’inizio è previsto per le 14.30; l’arrivo in Piazza per le ore 16.30 circa. Le vie del centro, saranno chiuse alla sosta dalle 11.00 alle 21.30 ed al traffico dalle 12.45 alle 21.30 (anche per consentire le pulizie finali).

Nel finale in Piazza, sfileranno sul palco tutti i gruppi per una veloce passerella e per ricevere il gagliardetto ricordo dalle mani del Sindaco Alice Parma, e del Parroco Don Giancarlo Del Bianco, vero animatore dell’evento.

Concluderà il pomeriggio la grande Lotteria del Carnevale, che mette in palio 8 splendidi premi. Al primo estratto un favoloso viaggio “su misura” per due persone. Ognuno può scegliere la meta che più gli aggrada: anche la Luna! I biglietti della Lotteria sono reperibili, al costo di 1 Euro, alla Pro Loco ed in molti negozi del centro.  Ricordiamo che l’incasso della Lotteria serve a finanziare il Carnevale.

I carri del Corso Mascherato  s’ispirano ai temi più cari ai bambini, ai cartoons  ed alla fantasia. Ci saranno; i Monster, i Games, il Mare, Cars, Mascia e l’Orso, Kung Fu Panda, Family Circus, l’America, il Cinema, The Wild West, Le Haway, i Flinstones, Star Wars, i Mignons con un po’ di Romagna con il Biroccio Romagnolo, e le scatenate coreografie di strada del gruppo Al Fosy a Spas per e Mond.

Il tutto all’insegna di un’allegra follia, come si addice ad un vero Carnevale dedicato ai bambini, alle famiglie ed a chiunque voglia divertirsi in compagnia.

Ormai il Carnevale a Santarcangelo ha acquisito una certa fama, per la sua atmosfera di sana ‘baracca’. Ecco perché la provenienza di carri e gruppi è molto varia: arrivano ormai non solo dal Centro città, ma anche  da San Vito, San Martino dei Mulini, Bellaria, Sogliano, San Mauro e da due località della Valmarecchia: Talamello  e Novafeltria.

Sono previsti 17 carri, 4 gruppi a piedi, 700 partecipanti, tra maschere e figuranti. La sicurezza ed il servizio d’ordine saranno garantite da circa 80 volontari, coordinati dal Comitato organizzatore, in collaborazione con la Polizia di Vallata e diverse Associazioni. Dai carri e dai gruppi saranno lanciati circa 6 quintali di coriandoli, e 6 quintali di caramelle.

Nel giorno del Carnevale sarà possibile anche visitare in anteprima una sorprendente novità espositiva, che aprirà ufficialmente a Santarcangelo il prossimo 5 marzo: si tratta dell’installazione museale permanente “Onde invisibili (nelle libere vie del cielo)” che all’interno di un’abitazione privata in piazza Monache 2 presenterà in un percorso cronologico una serie di oggetti d’epoca del XX secolo, testimoni e protagonisti della storia, nonché della cultura industriale ed economica, del nostro Paese.

Il piccolo museo, che potrà essere visitato in anteprima proprio domenica 14 febbraio, sarà dedicato in particolare al mondo della radio, della comunicazione e telecomunicazione.

L’idea di creare il museo e la sua successiva realizzazione si devono all’associazione culturale ‘Voci dal Mondo’, nata nel 2015 con il proposito di diffondere la cultura e la conoscenza del passato, favorendo lo studio e il confronto sui temi della memoria collettiva dell’Ottocento e del Novecento attraverso mostre ed eventi.

Ti potrebbe interessare anche...