Ravenna. A Mezzano inaugurata la ‘sorgente urbana’ in via Borghi. Terzo impianto attivato nel comune.

Ravenna. A Mezzano inaugurata la ‘sorgente urbana’ in via Borghi. Terzo impianto attivato nel comune.
Taglio nastro Mezzano sorgente urbana Ravenna

RAVENNA. L’inaugurazione della terza Sorgente Urbana del Comune di Ravenna

In tanti hanno partecipato stamattina alla cerimonia per l’inaugurazione della Sorgente Urbana di Mezzano. Al taglio del nastro dell’impianto, collocato in via Borghi, erano presenti il Sindaco del Comune di Ravenna Fabrizio Matteucci, il Vice Presidente di  Coop Alleanza 3.0 Mirco Dondi, l’Amministratore Delegato di Romagna Acque Andrea Gambi, il Responsabile Reti Acquedotto Hera Giorgio Miccoli e il Direttore di Adriatica Acque Alberto Sebastiani.    Hanno preso parte all’evento anche i bambini del Primaria Rodari. A loro, Comune e aziende presenti, hanno donato gadget tra i quali borracce da riempire con acqua del rubinetto e da portare sempre con sé.   Quella inaugurata oggi è la terza sorgente presente nel Comune di Ravenna. La prima, in piazza Zaccagnini, è stata inaugurata nel 2013 e la seconda, in piazza Medaglie D’Oro nel 2014.

Le Sorgenti Urbane nel ravennate

Molto positivo l’andamento delle due Sorgenti di Ravenna, che hanno erogato circa 2.300.000 litri di acqua. Quella di piazza Zaccagnini, a Ravenna ha registrato un consumo di circa 1.760.000 litri (1.233.000 liscia e 517.000 gassata), con un risparmio di circa 1.168.000 bottiglie di plastica e per le famiglie di oltre 324.300 euro. In piazza Medaglie D’Oro, i litri erogati sono stati di oltre 548.000 litri (408.000 liscia e 140.000 gassata), con un risparmio di oltre 365.500 bottiglie di plastica e per le famiglie di circa 103.000 euro.   Complessivamente, l’utilizzo di tali sorgenti, ha permesso alle famiglie un risparmio di 427.000 euro e all’ambiente di risparmiare oltre 1.533.000 bottiglie di plastica, corrispondenti a oltre 1.900 cassonetti non riempiti.

Un impianto al servizio dei cittadini

La Sorgente Urbana di Mezzano nasce sotto i migliori auspici. Si prevede, infatti, che grazie alla sua attività si potranno risparmiare circa 300.000 bottiglie di plastica in un anno, equivalenti a circa 50 di tonnellate di CO2 non emessa in atmosfera.    L’impianto funziona come un distributore automatico. I cittadini possono prelevarvi gratuitamente l’acqua di rete liscia e refrigerata. Con una spesa di cinque centesimi al litro, l’impianto eroga anche acqua gassata. Il costo può essere pagato direttamente con le monete, oppure tramite una chiavetta ricaricabile. Per ottenerla occorre contattare il numero verde gratuito di Adriatica Acque 800323800. In occasione dell’inaugurazione l’acqua gasata sarà erogata gratuitamente, fino al 25 febbraio.   I cittadini potranno controllare la qualità dell’acqua da un comodo monitor installato sulla struttura, che riporterà i risultati delle circa 12.000 analisi annue condotte sull’acquedotto ravennate.   La costruzione della sorgente è inoltre la naturale prosecuzione del progetto ‘Il manifesto dell’acqua del Sindaco’, che prevede la sinergia tra tutti i soggetti che hanno partecipato alla realizzazione della stessa, per incentivare l’utilizzo dell’acqua di rete meglio nota come Acqua del Sindaco, presso tutte le sedi pubbliche.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...