Ravenna. L’assessore Massimo Cameliani a Roma per lo sciopero generale del Gruppo Eni e Saipem.

Ravenna. L’assessore Massimo Cameliani a Roma per lo sciopero generale del Gruppo Eni e Saipem.
Sciopero generale Gruppo Eni e Saipem

RAVENNA. L’assessore alle Attività produttive Massimo Cameliani ha partecipato stamattina a Roma alla manifestazione nazionale svoltasi in concomitanza con lo sciopero generale di otto ore indetto in tutte le aziende del Gruppo Eni e Saipem dalle segreterie nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, che con una lettera hanno tra l’altro rivolto un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

‘E’ stato un modo – commenta Cameliani – per esprimere ancora una volta il nostro sostegno ai lavoratori. Ribadiamo la nostra ferma intenzione di fare tutto il possibile affinché la chimica a Ravenna abbia il futuro che merita: quello di un settore strategico per tutto il Paese, fondato su un piano industriale realistico che preveda investimenti in ricerca e salvaguardi i livelli occupazionali. Continuano i contatti con l’assessore regionale Palma Costi, alla quale va il merito di aver coinvolto Lombardia e Veneto in un fronte comune, per presentare uniti le nostre richieste fondamentali: un impegno diretto del Governo affinché sia garantita la realizzazione dei piani di investimento, a suo tempo annunciati da Eni, e l’eventuale cessione di quote di Eni Versalis sia rivolta ad un partner affidabile, in grado di portare appunto avanti tali investimenti. In questo senso confermiamo l’opportunità di approfondire la possibilità di un intervento del fondo strategico della Cassa depositi e prestiti’.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...