Lugo. Hera. Risparmio energetico. Riparte delle scuole cittadine la Grande Macchina del Mondo.

Lugo. Hera. Risparmio energetico. Riparte delle scuole cittadine la Grande Macchina del Mondo.
Alunni II C incursione lab Hera risparmio energetico

LUGO. La secondaria di primo grado Gherardi ha aperto il calendario di incontri di educazione ambientale dedicati alle scuole di ogni ordine e grado del territorio gestito da Hera, che quest’anno si rivolge a 2.881 classi, per un totale di oltre 63.000 alunni, proponendo un restyling completo dell’offerta didattica.  

Anche per quest’anno scolastico Hera ha riconfermato il proprio impegno a sostegno dell’istruzione, proponendo un’offerta formativa completamente rinnovata per essere al passo con le nuove problematiche ambientali e con gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia.

Nel ravennate il primo incontro si è svolto nella scuola secondaria di primo grado ‘Gherardi’ di Lugo che ha scelto ‘Incursione Lab’ il nuovo laboratorio scientifico che esplora in modo attivo le tematiche ambientali, con approfondimento del tema energia.

A sperimentare la novità sono stati gli alunni della II C che, grazie all’allestimento di un corner scientifico completo di attrezzature e materiali di lavoro, hanno effettuato indagini, superato prove, utilizzato applicazioni informatiche per misurare il consumo energetico di oggetti che fanno parte della vita quotidiana: tablet, smartphone, radio, ventilatori, lampade al led e tradizionali….

Gli studenti hanno così potuto approfondire le modalità con cui abbattere i consumi energetici per risparmiare e tutelare l’ambiente; le energie rinnovabili e soprattutto il risparmio energetico che rappresenta l’energia più rinnovabile fra quelle che abbiamo a disposizione e, soprattutto, è a costo zero, rappresentando dunque il vero propulsore del futuro.

I numeri della grande Macchina del Mondo nel ravennate

Nella provincia di Ravenna quest’anno partecipano al progetto 441 classi per un totale di 9.740 studenti.

In cima alle preferenze dei 768 insegnanti del ravennate svettano i moduli dedicati al tema ambiente.

Nell’intero territorio servito da Hera (province di Modena, Bologna, Imola-Faenza, Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini) partecipano al progetto 856 scuole e quasi 2.900 classi, per un totale di oltre 63.000 studenti, a fronte dei 50.000 dello scorso anno.

L’iniziativa si fonda sempre sulle tradizionali tematiche ambientali, idriche ed energetiche ma con un approccio rivolto ad altre forme di comunicazione attraverso un ventaglio di oltre 30 proposte fra spettacoli teatrali, atelier creativi, corner scientifici e innovativi laboratori, completamente ripensati e con una metodologia sempre più interattiva.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Il notevole sviluppo della parte web e i nuovissimi concorsi

Importanti novità anche nella parte online dedicata al progetto educativo.
In quest’area gli insegnanti possono trovare educational box da scaricare per realizzare, in autonomia, percorsi didattici personalizzati, mentre le famiglie hanno a disposizione una sezione edutainment con divertenti attività ambientali da svolgere con i propri figli.

Vi sono inoltre tre nuovissimi eco-concorsi a premi destinati non solo a studenti ma anche a insegnanti e dirigenti scolastici. Proprio questi ultimi infatti, con il concorso “L’Hera delle idee”, si metteranno alla prova realizzando una breve frase che evidenzi l’importanza dell’educazione ambientale per sensibilizzare i giovani alla sostenibilità e verrà premiato, da  una giuria popolare e da una tecnica, l’autore o l’autrice più votata.

Ti potrebbe interessare anche...