Bellaria Igea Marina. Il Premio Panzini 2016 va a Roberto Mazzotti.

Bellaria Igea Marina. Il Premio Panzini 2016 va a Roberto Mazzotti.
Premio Panzini 2016 Bellaria Roberto Mazzotti

BELLARIA IGEA MARINA. Celebrato al Palacongressi anche il 60^ anniversario dall’istituzione del Comune di Bellaria Igea Marina; ricordata ieri la marcia verso l’autonomia e consegnata una speciale moneta d’argento a quattro protagonistidi allora: Nino Vasini, Odo Fantini, Arnaldo Onofri ed Ermanno Morri. 

“Una carriera prestigiosa maturata in Italia e all’estero attraverso lo straordinario contributo profuso nell’ambito del credito cooperativo. Le doti professionali e le intuizioni di assoluto rilievo ne hanno fatto un riferimento di correttezza, di prezioso insegnamento e di grandissima generosità”: queste le parole con cui, ieri sera al Palacongressi, Roberto Mazzotti è stato proclamato vincitore del Premio Panzini 2016.
A consegnargli il riconoscimento, la madrina della serata, Alessia Ventura, ed il Sindaco Enzo Ceccarelli: Roberto Mazzotti, negli ultimi otto anni Direttore generale di Iccrea Holding, succede nell’albo del Premio a Gladys Nadia Rossi, Michelangelo ‘Lallo’ Petrucci e Sara Foschi, anch’essi presenti sul palco al momento della premiazione.
Come da tradizione, la premiazione del vincitore è stata il momento culminate e più atteso di una serata in cui sono stati consegnati anche riconoscimenti, ringraziamenti e onorificenze al merito a chi si sia distinto nel campo del volontariato, in quello culturale, scientifico, imprenditoriale e sportivo. Il tutto condotto dalla consueta simpatia di Andrea Prada, accompagnato dalle musiche di un orchestra sinfonica di oltre venti elementi guidati dal maestro Fabio Bertozzi ed arricchito da momenti di intrattenimento con il tenore Maurizio Tassani, il comico Rocco Borsalino, l’imitatore Leo Mas ed i giochi di ombre di Oscar Strizzi; applauditissimo l’intermezzo offerto alla platea dall’ospite speciale della serata, il papà di Striscia lo Striscione Cristiano Militello.
Ad aprire la serata, un importante momento istituzionale dedicato al 60^ anniversario dall’istituzione del Comune di Bellaria Igea Marina. Proprio il 28 febbraio 1956, infatti, venne emanato il decreto costitutivo del nuovo Comune: questo momento così significativo, è stato ricordato attraverso un video realizzato per l’occasione, che accoglie le interviste a tre membri dell’allora Comitato promotore, Nino Vasini (primo Sindaco di Bellaria Igea Marina), Odo Fantini (Sindaco dal 1964 al 1975) e Arnaldo Onofri, oltre che ad Ermanno Morri, all’epoca rappresentante amministrativo del Comune di Rimini nella sede di Bellaria: a tutti e quattro, è stata consegnata una moneta d’argento, espressione della riconoscenza della Città di Bellaria Igea Marina.
Sono state poi brevemente illustrate le attività con cui, durante tutto il 2016, la Città celebrerà il 60^ compleanno del Comune: in programma un evento che vedrà protagonista Gladys Rossi ed iniziative che coinvolgeranno, tra gli altri, artisti locali, il Centro Giovani, il Bellaria Film Festival, la Casa Rossa di Alfredo Panzini e le scuole.
Studenti protagonisti anche nella serata di ieri, con le classi I B, II D, II C e III C delle scuole medie premiate per il quotidiano sostegno degli alunni ai propri compagni diversamente abili. A seguire, l’omaggio a Rino Bagli eFrancesco Armellini, i primi comandanti della Polizia Municipale di Bellaria Igea Marina, e il ringraziamento a tutti coloro che si sono distinti, per capacità professionali e umane, durante il grave alluvione che ha colpito il territorio nel febbraio 2015: lo stesso corpo di Polizia Municipalel’Associazione di Volontariato di Protezione Civile – Nucleo Sommozzatori ‘Gigi Tagliani’, ma anche il gruppo di privati cittadini che, in quell’occasione, si è formato sui social network per offrire spontaneamente il proprio aiuto ai concittadini in difficoltà.
Riconoscimenti, inoltre, per il baby campione di moto Alex Venturini e alla giovane atleta Deanna Jangozi, a Michele Duilio Rinaldi e al gruppo musicale gli Scariolanti quali ideali ambasciatori della tradizione romagnola, alla ricercatrice Samanta Salvi per gli importanti risultati conseguiti in campo medico, a Rosita Onofri, professionista di successo nel campo della moda, e a Thomas Cavuoto, brillante musicista impegnato nei più rinomati teatri in Italia e all’estero: vincitore di concorsi nazionali e internazionali, dal 2006 è membro stabile del Teatro alla Scala e collabora come prima viola presso il Teatro Lirico di Cagliari.

Ti potrebbe interessare anche...