Cesena. Valle del Savio. Lo scarto diventa arte in onore di Plauto grazie al ‘torchio magico’ del maestro Adriano Maraldi.

Cesena. Valle del Savio. Lo scarto diventa arte in onore di Plauto grazie al ‘torchio magico’ del maestro Adriano Maraldi.
MARALDI foto lo scarto diventa arte

CESENA. VALLE DEL SAVIO.  Sabato 12 marzo alle 17.30 l’inaugurazione della mostra ‘ I Sarsinati da Plauto ad Oggi’, anticipazione delle opere che saranno realizzate dagli studenti di Sarsina e Ranchio con la tecnica della calcografia del laboratorio ‘Il Riciclo diventa Arte’. 

Sabato 12 Marzo alle ore 17.30 nella Sala Mostre del Centro Studi Plautini di via IV Novembre 13 a Sarsina (orario di apertura della sala mostre, sabato e domenica 10.30-19) viene presentata un’installazione del maestro Adriano Maraldi che costituisce una sorta di anticipazione del progetto ‘I Sarsinati da Plauto ad Oggi’. Questa esposizione di opere inedite è rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo grado dell’Istituto comprensivo di Sarsina e Ranchio che hanno scelto come tema ‘2000 dalla nascita di Plauto’  ed è la prima mostra itinerante nella Vallata del Savio.

Grazie a questa iniziativa, gli alunni delle scuole dovranno rendere omaggio a Plauto attraverso opere realizzate con la tecnica della calcografia e del ‘Il Riciclo diventa Arte’, progetto portato avanti dal Lions Club Valle del Savio, di cui Maraldi è presidente, in collaborazione con l’associazione culturale no profit Artigianalculture (con sede in via Ravegnana 2411 a Cesena), con il patrocinio dei Comuni le pro loco di Sarsina, Bagno e Mercato e con il sostegno della BCC Credito Cooperativo di Sarsina.

Dal 1 Aprile l’esposizione si trasferirà alla Loggetta Lippi di Bagno di Romagna per tutte le scuole del Comune e dal 11 di Aprile al 10 nel comune di Mercato Saraceno al Vecchio Lavatoio.

Il percorso per le scuole si terrà dal 14 al 30 marzo e al termine i lavori realizzati verranno presentate al pubblico in uno spazio da definire.

I laboratori ‘Il Riciclo diventa Arte’: dal materiale di scarto all’opera d’arte

Un torchio , usato un tempo per la realizzazione delle stampe per calcografia, riutilizzato per pressare materiale riciclato dai ragazzi delle scuole che, con il colore e il materiale scelto , daranno vita ad una nuova stampa professionale, unica come realizzazione artistica.

Questa la filosofia del progetto ‘Il Riciclo diventa Arte’ , portato avanti dal Lions Club Valle del Savio in collaborazione con l’associazione culturale no profit Artigianalculture (con sede in via Ravegnana 2411 a Cesena), con il patrocinio dei Comuni le pro loco di Sarsina, Bagno e Mercato e con il sostegno della BCC Credito Cooperativo di Sarsina.

Il Progetto, partito a novembre 2015 con le scuole di Cesena per toccare tutti i paesi fino ad arrivare a Alfero, Piavola e Ranchio, viene ora proposto a tutti i comuni della vallata del Savio: Cesena, Mercato Saraceno, Sarsina, Bagno di Romagna e Verghereto dal suo ideatore, nonché presidente del Lions Club Valle del Savio: il Maestro Adriano Maraldi.

 “Il Riciclo diventa Arte” consiste nella presentazione della ‘calcografia’ che da antica tecnica di incisione per realizzare libri di studio e illustrazioni realizzate nelle Botteghe dell’arte dai maestri incisori di un tempo ora diventa strumento per realizzare lavori artistici. Attraverso il materiale riciclato (plastica ,metallo, sughero, stracci,  carta, ecc)  si darà il via ad una nuova stampa, eseguita con carta Rosaspina e  colori idonei,  messi sotto la pressione di un torchio o pressa: l’effetto finale è stupefacente .

Guidati dal Maestro Adriano Maraldi, i laboratori saranno allestiti da fine aprile a maggio 2016   con la collaborazione del prof. Gabriele Giombetti per la presentazione della storia della calcografia dalle antiche botteghe dell’arte del 1400 ai giorni nostri e del grafico pubblicitario Mathias Maraldi, che ha curato anche le riprese del progetto. Il laboratorio viene allestito nello spazio del vecchio Lavatoio per le scuole secondarie di primo grado,  mentre per le primarie si terrà all’interno della scuola. Il tempo a disposizione per ogni classe è di 2 ore e tutti i lavori realizzati verranno presentati in uno spazio espositivo ancora da  definire.  La presentazione finale verrà fatta a maggio al Teatro Dolcini di Mercato Saraceno.

Ti potrebbe interessare anche...