San Marino. Rugby. Pesante sconfitta per l’Unione Rimini San Marino. La Coppa Doria va al Ravenna RFC.

San Marino. Rugby. Pesante sconfitta per l’Unione Rimini San Marino. La Coppa Doria va al Ravenna RFC.
Rugby unione contro ravenna RFC

SAN MARINO. A

mara sconfitta per l’Unione Rugby Rimini San Marino sul terreno di casa di Chiesanuova di San Marino domenica 20 marzo: ad avere la meglio nella penultima sfida in calendario per il  campionato di serie C2 è il Ravenna per 12 a 14, vittoria che sancisce anche la conquista della Coppa Raffaele Doria messa in palio ad ogni sfida tra le due squadre.

Il primo tempo parte con l’Unione in difficoltà. Gli ospiti si fanno avanti con i tre/quarti  e in 15 minuti guadagnano tre calci di punizione ma il calciatore non è preciso e ne infila uno solamente. Sullo 0 a 3 è l’Unione a prendere coraggio e a rispondere al Ravenna. I calci di spostamento di Pablo Flores fanno avanzare gli italo-sammarinesi che guadagnano una mischia dentro i 22 metri avversari. Il pacchetto avanzato di casa si conferma tra i più forti del girone e travolge gli avversari portando l’ovale in meta con Carloandrea Sorci. Racis non trasforma: 5 a 3. Il Ravenna non ci sta e, complici gli errori dei ragazzi di coach Borsani, al 37esimo torna in vantaggio con un calcio di punizione. All’ultimo minuto l’Unione guadagna un fallo a metà campo e Racis tenta la via delle acca. Il calcio è forte ma si scaglia contro il palo.

Pellerossa rugby donne

Il secondo tempo parte ancora con gli ospiti avanti. Solo due minuti dopo il fischio d’inizio arriva la meta con una bella azione dei tre quarti che prima guadagnano 30 metri con una folata sulla destra e subito dopo fanno arrivare l’ovale dall’altra parte del campo, dove l’Unione non riesce a bloccare l’ala che schiaccia in meta. Il calciatore sbaglia la trasformazione e si va sul 5 a 11. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e due minuti dopo guadagnano una mischia a pochi metri dalla meta avversaria. La spinta dell’Unione si ferma però a pochi centimetri dell’obiettivo e il Ravenna riesce a rubare l’ovale. Il gioco resta nella metà campo ospite ma gli italo-sammarinesi non riescono a concretizzare giocando veloce una punizione centrale. La palla passa ai giallo rossi che risalgono il campo e tornano nei 22 dell’Unione. A salvare la situazione è Carlo Terenzi che si inventa un intercetto sui propri 22. Ma la sua corsa viene bloccata verso metà campo e nel tentativo di pulire la ruck l’Unione commette fallo e il calciatore ravennate da lontano non sbaglia facendo allungare il punteggio 5 a 14 al 56esimo minuto. I padroni di casa provano a rispondere con una azione dei tre quarti che si spegne sui 22 metri. Nei minuti successivi le due squadre giocano a metà campo ed è proprio sulla linea centrale che il piazzatore ravennate tenta un nuovo calcio di punizione che si spegne sul fondo.

L’Unione potrebbe approfittarne ma commette fallo sui 22 avversari e la palla torna ai ravennati. I minuti passano e i giocatori di casa si fanno sempre più nervosi e fallosi. Al 29esimo gli ospiti arrivano a giocare nei 22 metri avversari grazie ad una serie di falli che solo per fortuna non portano altri punti. L’Unione tenta di ripartire ma i propri falli e i calci di spostamento avversari rendono durissimo risalire il campo. Ad un minuto dalla fine arriva l’agognata meta, sfruttando tre mischie consecutive sui 5 metri dalla linea che portano Mastellari oltre la linea. Racis non sbaglia la trasformazione e accorcia 12 a 14. L’arbitro fischia la fine il Ravenna esplode in un urlo di gioia. Si interrompe quindi la striscia positiva dell’Unione che proverà a chiudere il campionato in bellezza domenica 3 aprile sul campo del Misano.

Formazione: Racis, Luzio, Merloni, Pretelli, Cappellini, Flores, Mastellari, Mini, Frisoni D., Terenzi C, Susini, Deluigi, Siboni, Cellini, Sorci. A disposizione Bernabè, Giardi, Frisoni S., Bacciocchi, Francioni, Pedrini, Arlotti.

Allenatore Giovanni Borsani.

Sullo stesso campo si sono tenute anche le sfide valevoli per la Coppa Italia a 7 femminile.  Le Pellerossa, le ragazze dell’Unione Rugby Rimini San Marino, hanno incontrato le formazioni di Imola, Ferrara, Ravenna e Pieve di Cento, ottenendo il secondo posto nel torneo di domenica 20 marzo. “Un traguardo importante – commenta il coach Paolo Ferrillo – frutto di queste dure settimane di allenamenti” . Da segnalare l’esordio di Alessia Neri, con lei in campo : Lucrezia ManucciSonia VolantiElena SerraLaura VitaliNoe CasadeiGiorgia Piscitelli,Dorotea BalsimelliErika GabrielliElena Lia BotKsenia Makedon e Anna Josefina Mirto

Ti potrebbe interessare anche...