San Mauro Pascoli. Riqualificazione lungomare e arenile. Il Comune avvia il processo partecipativo con i privati.

San Mauro Pascoli. Riqualificazione lungomare e arenile. Il Comune avvia il processo partecipativo con i privati.
San Mauro Pascoli, foto di repertorio

SAN MAURO PASCOLI.  Al via il processo partecipativo dedicato alla riqualificazione del lungomare a San Mauro Mare. Con il consiglio comunale di mercoledì 23 marzo sono state infatti approvate le linee guida del piano dell’arenile che consentono di partire con un processo innovativo in grado di coinvolgere gli operatori turistici con una ‘chiamata’ a proporre progetti per ridisegnare stabilimenti e pubblici esercizi. ‘Vogliamo partire con la riqualificazione coordinata, che coinvolge pubblico e privati, di tutto il nostro fronte mare – spiega il sindaco Luciana Garbuglia – l’obiettivo è ridisegnare il lungomare e l’accesso in spiaggia, creando percorsi armonici, continuità degli spazi e una più ampia visuale sul mare su cui si affacciano gli esercizi. Lo strumento che andiamo ad adottare è innovativo perché apre alle proposte degli operatori turistici: in sostanza, attraverso un avviso pubblico, chiediamo ai privati di presentare progetti indicandoci cosa intendono realizzare nella propria attività e l’Amministrazione si impegna a garantire le condizioni per poter intervenire, naturalmente negli spazi di manovra che la legge regionale ci consente e con determinate regole indicate nelle linee guida’.

‘Con questo strumento non intendiamo dare il via libera a nuovo consumo di suolo – precisa il vice sindaco Cristina Nicoletti – quanto piuttosto ridisegnare, in maniera armoniosa, la nostra località a mare per elevarne l’attrattività turistica e ricettiva. L’armonia tra esistente e spazi – continua il vice sindaco -  sarà la direttrice fondamentale per questo percorso partecipato che in sostanza diviene un accordo pubblico-privato. Uno strumento positivo che ci consente di proseguire nell’opera di restyling di San Mauro Mare, già inaugurata lo scorso anno con le migliorie apportate all’arredo urbano, e già accolto con favore dagli operatori del mare’.

Le tappe per dare il via all’iter sono dunque la pubblicazione immediata dell’avviso pubblico per raccogliere le manifestazioni di interesse. I privati avranno tempo fino alla fine di giugno per la presentazione delle proposte. Per illustrare linee guida e le regole contenute saranno promossi a breve una serie di incontri pubblici che daranno avvio al percorso partecipato.

Articoli più letti