Milano. Più di 40 artisti internazionali a confronto per Miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea.

Milano. Più di 40 artisti internazionali a confronto per Miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea.
Miart Milano 2015

MILANO. MIARTALKS.  8 – 10 aprile 2016

miart - fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea prosegue la consolidata tradizione dei miartalks, un appuntamento che nel corso delle tre passate edizioni ha portato a Milano oltre 150 relatori internazionali durante le tre giornate di apertura al pubblico.

Per la prima volta miart stabilisce una collaborazione con In Between Art Film – la casa di produzione per film d’artista e video sperimentali fondata da Beatrice Bulgari – e trasforma i miartalks in una piattaforma tematica di discussione e confronto: più di 40 artisti internazionali, curatori, film-maker, direttori di istituzioni, produttori e professionisti attivi nel campo delle arti visive e performative discuteranno di come le pratiche artistiche time-based stiano ridefinendo i confini dell’arte contemporanea e dei suoi linguaggi, delle istituzioni e del collezionismo, sia pubblico che privato.

La curatela dei miartalks 2016 è affidata a Ben Borthwick, direttore artistico del Plymouth Arts Centre (Plymouth, UK), che ha ideato un forum cross-disciplinare che esplori il dialogo in continuo movimento tra i mondi dell’arte visiva, del cinema, della musica, del video, del teatro e della danza. 3 giornate di interviste, tavole rotonde e conversazioni che analizzeranno gli scenari attuali dell’integrazione tra i linguaggi della creatività.

PROGRAMMA  

VENERDÌ 8 APRILE 

> 12:15-12:30

Welcoming speech

Beatrice Bulgari, Founder, In Between Art Film

Ben Borthwick, Curator miartalks 2016

Vincenzo de Bellis, Artistic Director, miart

Alessandro Rabottini, Deputy Director, miart

> 12:30-13:30

Anri Sala in conversation with Francesco Bonami

Anri Sala discuterà le sue video installazioni e collaborazioni – in particolar modo con musicisti per numerosi film, inclusa l’opera per il Padiglione della Francia alla Biennale di Venezia del 2013 – con Francesco Bonami, tra i massimi curatori internazionali, le cui esperienze includono la curatela della Biennale di Venezia del 2003.

Francesco Bonami, curatore, Milano

Anri Sala, artista, Berlin

lingua: Inglese

> 14:00-15:00

Mind the Gap: Documentary, Fiction, and Artist’s Film

Ovunque assistiamo alla convergenza tra i linguaggi del documentario e quelli della fiction, dal lavoro degli artisti che esplorano narrazioni del passato e del presente fino alle produzioni televisive. Come possiamo collocare gli approcci al documentario da parte degli artisti all’interno dei modelli con cui oggi comprendiamo la realtà?

Yuri Ancarani, artista e filmmaker, Milano

Gianluca e Massimiliano De Serio, artisti e filmmakers, Torino

Modera Maria Bonsanti, Artistic Director, Cinéma du Réel, Paris

lingua: Italiano

> 15:30-16:30

From Object to Process: Curating Contexts

Sempre di più le istituzioni artistiche riflettono l’ampiezza delle pratiche artistiche, espandendo le proprie competenze fino a includere i time-based media e le tecnologie interattive. Quali risorse e sfide presenta, alle istituzioni e al pubblico, questa espansione dell’interesse dall’oggetto al processo? Esistono precedenti storici per questi recenti cambiamenti?

Natasha Ginwala, curatore, Contour Biennale 8, Mechelen e Curatorial Advisor, documenta 14, Kassel / Atene

Omar Kholeif, Manilow Senior Curator, Museum of Contemporary Art, Chicago

Aram Moshayedi, curatore, Hammer Museum, Los Angeles

Ralph Rugoff, Director, Hayward Gallery, Londra

Modera Barbara Casavecchia, curatore indipendente e contributing editor fi frieze, Milano

lingua: Inglese

> 17:30-18:30

Care and Attention: Private Collection, Public Collection

Dal momento in cui un’opera lascia lo studio dell’artista la sua esistenza sociale è modellata dalla collezione, o dalle collezioni, di cui entra a far parte. Quali possibilità offrono le collezioni pubbliche e private alla comprensione delle opere time-based, come i video e i film?

Martin Bethenod, Chief Executive Officer and Director, Palazzo Grassi – Punta della Dogana, Venezia

Florence Derieux, Curator of American Art, Centre Pompidou Foundation & Curator-at-Large, Centre Pompidou, Parigi

Helena Fernandino e Emilio Pi, collezione privata, Madrid

Modera Ben Borthwick

lingua: Inglese

 

SABATO 9 APRILE 

> 14:00-15:00

Yervant Gianikian and Angela Ricci Lucchi in conversation with Eva Fabbris

A partire dalla fine degli anni Settanta, gli artisti e film-maker Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi hanno sviluppato una pratica visiva celebrata a livello internazionale, e che esplora da un punto di vista critico il cinema, l’archivio, la storia e la memoria come spazi di trasformazione sociale e politica.

Eva Fabbris, curatore indipendente, Milano

Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, artisti e filmmaker, Milano

lingua: Italiano

> 15:30-16:30

Virgilio Sieni in conversation with Hans Ulrich Obrist

Virgilio Sieni, uno dei più influenti danzatori e coreografi sulla scena europea, condividerà con il curatore e storico dell’arte Hans Ulrich Obrist la sua visione unica, che fonde danza, arti visive e cultura classica a una profonda riflessione sulla condizione umana.

Hans Ulrich Obrist, Co-Director of Exhibitions and Programmes and Directorof International Projects, Serpentine Gallery, Londra

Virgilio Sieni, ballerino, coreografo e Direttore, Biennale di Venezia – Settore Danza

lingua: Italiano

> 16:45 – 17:30

Jérôme Bel in conversation with Gabi Scardi

Jérôme Bel è un coreografo di fama internazionale, il cui lavoro oltrepassa la rappresentazione stituzionale della danza e del corpo. In occasione della messa in scena del suo Compagnie Compagnie all’interno del programma Stage as a Social Platform presso il Teatro Continuo di Alberto Burri. Bel discute della sua pratica con Gabi Scardi, curatrice di nctm e l’arte e del recupero del Teatro Continuo, una scultura ambientale e macchina scenica aperta allo spazio urbano, creata nel 1973 da Burri all’interno del Parco Sempione in occasione della XV Triennale.

Jérôme Bel, coreografo, Parigi

Gabi Scardi, Curatore e Supervisor del progetto nctm e l’arte, Milano

Modera Ben Borthwick

lingua: inglese

> 17:30-18:30

A Moving History: Museums and Time-Based Arts

Nonostante gli artisti abbiano sempre intrapreso un fitto dialogo con i linguaggi del cinema, del teatro, della danza e della performance a loro contemporanei, questo fenomeno ha scarsamente influenzato i modi in cui le istituzioni hanno collezionato e mostrato le loro opere. Il riconoscimento di questa pluralità è stato uno dei principali cambiamenti nella cultura museale dell’ultimo decennio. In che modo l’inclusione di queste pratiche nelle mostre e nelle collezioni pubbliche influenza, espande e riscrive le storie del passato e del futuro?

Philippe-Alain Michaud, Curator in charge of the film department, Centre Pompidou, Parigi

Philip Bither, William and Nadine McGuire Director e Senior Curator, Performing Arts, Walker Art Centre, Minneapolis

Annie Fletcher, Curator of Exhibitions, Van Abbemuseum, Eindhoven

Modera Elena Volpato, Curatore, GAM Torino

lingua: Inglese

DOMENICA 10 APRILE 

> 12:30-13:30

Tim Etchells in conversation with Chris Dercon

Tim Etchells ha diretto Forced Entertainment, un gruppo di teatro sperimentale internazionalmente riconosciuto, sin dalla sua fondazione nel 1984. Etchells, il cui lavoro come artista visivo ha raggiunto negli anni rilievo internazionale, discuterà con il curatore e regista di documentari Chris Dercon, che nel 2017 assumerà la direzione del teatro Volksbühne di Berlino.

Chris Dercon, Director, Tate Modern, Londra

Tim Etchells, artista e performance maker, Londra and Sheffield

lingua: inglese

> 14:00-15:00

Staging Vision

Il teatro e le arti visive hanno una lunga storia di relazioni che risale alle avanguardie storiche e oltre. Oggi assistiamo a un’espansione radicale delle pratiche collaborative attraverso una sempre maggiore osmosi tra arti performative, video, film e musica. Quali sono le implicazioni e le potenzialità di questo nuovo approccio?

Masbedo (Nicolò Massazza and Jacopo Bedogni), artisti, Milano

Nicola Sani, compositore e AD, Teatro Comunale, Bologna

Monique Veaute, Presidente, Romaeuropa Fondazione Arte e Cultura e Membro del CdA del MAXXI, Roma

Modera Umberto Angelini, Direttore Artistico, Uovo performing arts festival, Milano e AD e Direttore Artistico, Fondazione Teatro Grande, Brescia

lingua: Italiano

> 15:15-15:45

Premio Rotary Club Milano Brera per l’arte contemporanea e i giovani artisti

Laura Cherubini, Professore di Storia dell’Arte Contemporanea, Accademia di Brera, Milano e Vice-Presidente, MADRE, Napoli

Christian Marinotti, Publisher e Professore di Storia dell’Arte Contemporanea, Scuola di Architettura, Politecnico, Milano e creatore del premio

Cristiana Perrella, Curatore e Professore di Fenimenologia dell’Arte Contemproanea, IED, Roma

lingua: Italiano

> 16:00-17:00

Changing Displays: Exhibition as Event

Con la sempre maggiore presenza della performance nell’arte contemporanea i confini che separano gli eventi basati sulla durata dalle mostre temporanee si confondono sempre di più. Le istituzioni stanno rispondendo ai cambiamenti delle pratiche artistiche creando spazi sempre più flessibili e provvisori oppure sono gli artisti a dover a

dattare il proprio lavoro a queste nuove condizioni?

Hendrik Folkerts, Curatore, documenta 14, Kassel e Atene

Vincent Honoré, Chief Curator, DRAF, Londra

Fatos Üstek, curatore indipendente, Londra

Modera Frédérique Bergholtz, Direttore, If I Can’t Dance, I Don’t Want To Be Part Of Your Revolution, Amsterdam

lingua: inglese

> 17:30-18:30

Parallel Lines: An Artist’s Film Industry?

Le innovazioni tecnologiche rendono sempre più accessibili agli artisti i mezzi utilizzati nel cinema, nel documentario e nella pubblicità. Cosa gli artisti, i produttori, i musei e le biennali posson imparare dalle industrie televisive e cinematografiche – e vice versa – riguardo alla produzione e alla distribuzione

Knut Åsdam, artista, Oslo

Benjamin Cook, Direttore, LUX, Londra

Jacqui Davies, Producer, Londra

Franck Gautherot, Co-Direttore e Curatore, Le Consortium, Djion

Modera Leonardo Bigazzi, Curatore, Museo Marino Marini e Curatore Progetti Speciali, Lo Schermo dell’Arte Film Festival, Firenze

lingua: inglese

Ti potrebbe interessare anche...