Ravenna. La Corelli è tornata a Ravenna per il giorno di Pasqua con il Stabat Mater di Haydn.

Ravenna. La Corelli è tornata a Ravenna per il giorno di Pasqua con il Stabat Mater di Haydn.
Orchestra Corelli_Jacopo Rivani

RAVENNA.  Il ritorno dell’Orchestra Corelli nel cuore della sua Ravenna con il Concerto di Pasqua - ormai una bellissima tradizione – l’Orchestra torna ad abbracciare la sua città di origine offrendo alla cittadinanza un doveroso tributo, a fronte dell’immutato affetto raccolto tra il pubblico in questi anni di attività.

L’appuntamento è stato per  domenica 27 marzo alle ore 17.00 nella Chiesa di Santa Maria Maggiore (Via Galla Placidia), dove è stato eseguito l’intenso Stabat Mater di Haydn (1767). Una pagina ad altissima carica emotiva, ma che riesce a sposare perfettamente momenti di grande pathos lirico ad una generale compostezza di fondo, e che non cede mai alla tentazione di sconfinare nel terreno della drammaturgia operistica, rendendo così il senso di una spiritualità grandiosa ma pacata, luminosa e commovente.

A capo l’Orchestra Corelli il suo Direttore principale, Jacopo Rivani, emozionato all’idea di tornare a dirigere nella sua città di origine, dopo i recenti successi tra Marche e Lombardia, dove è stato chiamato a collaborare con prestigiose realtà artistiche. L‘Orchestra Corelli accompagnerà una rosa di giovani solisti già molto amati ed apprezzati sul territorio: Giorgia Paci (Soprano), Sara Rocchi (Mezzosoprano), Massimo Montanari (Tenore) e Giacomo Contro (Baritono), affiancati dal Coro Accademia Musicaesena, preparato da Silvia Biasini.

Per chi dovesse perderselo, il concerto andrà poi in replica a Cesena il giorno successivo, lunedì 28 marzo, alle ore 16.00 nella centralissima Chiesa dell’Osservanza (Viale Osservanza 198) .

La Corelli inaugura così la sua Primavera musicale sotto i migliori auspici, preparandosi con emozione ad un cartellone estivo ambizioso e ricchissimo.

 

Ti potrebbe interessare anche...