Ravenna. Le vie afferenti Piazza Kennedy hanno le targhe toponomastiche in mosaico.

Ravenna. Le vie afferenti Piazza Kennedy hanno le targhe toponomastiche in mosaico.
targhe toponomastica in mosaico

RAVENNA. Dopo le quaranta già installate nella zona di via Cavour e in altre strade e piazze del centro storico,  nuove targhe toponomastiche realizzate in mosaico andranno a caratterizzare anche le strade afferenti a Piazza Kennedy: via Gioacchino Rasponi, via Fantuzzi, Piazza XX settembre, via Zirardini, via IX febbraio, via Mafalda di Savoia, via Longhi, via Mordani, via Pasolini.    I manufatti saranno realizzati dalla mosaicista Anna Fietta e saranno accomunate da motivi floreali ispirati ai ‘mosaici bizantini ambientati in un prato di mosaico di gusto moderno’.

Il progetto è stato presentato oggi in municipio nel corso di una conferenza stampa cui sono intervenuti gli assessori al turismo e toponomastica Massimo Cameliani e ai lavori pubblici Roberto Fagnani che hanno sottolineato come anche questa iniziativa ‘valorizzi il mosaico di cui siamo esempio sul piano internazionale e la storia della città. Esse – hanno affermato – rappresentano sia un elemento di arredo artistico che di scoperta della storia ravennate da parte di turisti e cittadini’.

La spesa per le nuove targhe è di 12.558 euro e viene finanziata con fondi dell’assessorato ai lavori pubblici anche in relazione come ha sottolineato l’assessore Fagnani alla riqualificazione e alla nuova fisionomia di piazza Kennedy.

Abbiamo creduto e sostenuto da sempre questo progetto – afferma Mario Petrosino Resp CNA comunale Ravenna -. L obiettivo è quello di valorizzare il mosaico anche attraverso segni concreti come questo che sono apprezzati dai cittadini ma anche dai turisti. Se vogliamo essere veramente la città del mosaico questo deve essere più presente e la sensibilità di tutti deve essere orientata a questo. Questo progetto va nella giusta direzione. Grazie all Assessore Fagnani che ci ha creduto finanziandolo così come il suo predecessore Enrico Liverani che era ugualmente attento alla tematica’.

Nel 2009 l’Amministrazione Comunale bandì un concorso per realizzare delle nuove targhe toponomastiche nel centro storico, che fossero decorate a mosaico allo scopo di ribadire

il ruolo di Ravenna capitale mondiale dell’arte del mosaico bizantino. In quell’occasione sono state posate 21 targhe in mosaico realizzate dal laboratorio di mosaico Annafietta, seguendo un percorso che univa la chiesa di San Domenico al Palazzo dei Congressi in Largo Firenze. Il tutto in occasione del I° Festival Internazionale del Mosaico. Nel 2015 a distanza di 4 anni ed in occasione della IV edizione del Festival Internazionale del Mosaico, si è pensato di implementare quel progetto installando nel centro storico altre targhe toponomastiche decorate a mosaico con le stesse caratteristiche di quelle già installate, tanto apprezzate dai cittadini e dai turisti che frequentano la città. E’ stato individuato un percorso che evidenziasse le antiche vie d’acqua su cui si formò

l’antica Ravenna. Le attuali via Cavour e Via San Vitale erano gli antichi argini del fiume Flumisellum che incontrava il Padenna all’altezza di Piazza Andrea Costa. Sono state installate 15 targhe toponomastiche il cui decoro a mosaico sì è ispirato ad immagini dei mosaici antichi (es: le colombe abbeverati, la stella di Galla Placidia, la caravella del Porto di Classe….) inserite in un’onda musiva di gusto moderno nelle sfumature del blu per evocare l’acqua. Il percorso del 2015 ha interessato le seguenti vie: via Cavour, via IV novembre, via Ponte Marino, Vicolo Gabbiani, Via Salara, Via San Vitale, Via Galla Placidia, Via Argentario, via Manfredo Fanti, via Mura di via San Vitale. Al momento, grazie a singole installazioni dovute a rinomina di vie o piazza, in centro

storico sono presenti 40 targhe toponomastiche.

Ti potrebbe interessare anche...